Iscriviti

Instagram: non più preinstallabile sugli smartphone Huawei, introduce i testi della canzoni nelle Storie

Secondo alcune voci di corridoio, presto, i device mobili di Huawei non potranno più preinstallate le applicazioni di Facebook e, quindi, occorrerà correre ai ripari: per fortuna, a rasserenare gli utenti arrivano nuove funzionalità a beneficio delle Storie.

Software e App
Pubblicato il 7 giugno 2019, alle ore 12:38

Mi piace
11
0
Instagram: non più preinstallabile sugli smartphone Huawei, introduce i testi della canzoni nelle Storie

Instagram ha ufficialmente dichiarato guerra agli smartphone Huawei/Honor, quasi sicuramente sulla scia del ban trumpiano di qualche settimana fa ma, in attesa di constatare che non molto cambierà per gli utenti del noto gruppo cinese, è già possibile rallegrarsi con una novità appena distribuita a beneficio degli utenti Android/iOS di Instagram.

Il periodo creativo di Instagram, di recente impreziosita anche con un sistema di risparmio dati, non sembra conoscere tregua, anche per via della concorrenza che torna a farsi viva dopo un lungo silenzio: normale, quindi che sia stato appena annunciato il roll-out di una feature che, tanto per cambiare, va a impattare sulle Storie, permettendo di includere – in quelle dotate di stickers musicali – anche i testi delle tracce scelte. Per avvalersi della nuova opzione, disponibile anche in Italia, basta aprire l’app e, portatisi nella sezione delle Storie, crearne una aggiungendo una foto o un video.

A questo punto, tippando sullo strumento degli adesivi, si potrà scegliere quello della musica (Lyrics) e selezionare la canzone di sottofondo per la Storia: nel caso fosse disponibile il testo della canzone, l’utente potrà includerlo e, selezionando gli strumenti posti in alto nella finestra di riproduzione, variarne lo stile, includervi l’immagine di copertina, mutarne il colore, e le animazioni, in un processo che ricorda molto da vicino la creazione delle slide su PowerPoint. 

Per una buona notizia che va, una cattiva ne arriva. Diversi media riportano, infatti, che sarebbe scaduta la licenza che consentiva a Huawei/Honor di preinstallare, sui propri smartphone, le applicazioni di Menlo Park, tra cui WhatsApp, Facebook, e Instagram.

Di conseguenza, fermo restando che nulla cambia per i modelli di smartphone/tablet ancora in magazzino (e da vendere) con le app in questione precaricate, per i nuovi e futuri esemplari la lacuna di cui sopra sarà aggirabile facilmente prelevano manualmente le app coinvolte, o dal PlayStore, o da qualche repository online (es. ApkMirror). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il progetto, iniziato tempo fa, con l'arrivo della musica nelle Storie, sta proseguendo senza tentennamenti, e questa tappa, che sa tanto di karaoke, farà certo felici gli utenti delle app più giovanili, sempre più attratti verso i lidi della cinese TikTok: per il resto, è davvero un colpo basso (per altro solamente formale, e facilmente aggirabile) quello inferto da Facebook a Huawei.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!