Iscriviti

Saviano contro Salvini: "non è una persona perbene"

Saviano sale a bordo della Open Arms per pubblicizzare il suo nuovo libro ed afferma: "Salvini non è una persona perbene. Governo complice dei trafficanti."

Politica
Pubblicato il 22 giugno 2019, alle ore 13:43

Mi piace
4
0
Saviano contro Salvini: "non è una persona perbene"

Nuovo scontro tra Matteo Salvini e Roberto Saviano in occasione della visita di quest’ultimo presso la nave Open Arms attraccata nel porto di Napoli, dove ha pubblicizzato il suo ultimo libroIn mare non esistono taxi“, edito da Contrasto, e che contiene le prove che smontano la propaganda e le bugie dette dal governo sull’immigrazione, attraverso le parole e le immagini di chi ha visto, documentato, fotografato, e aiutato queste persone.

Come sempre, le parole che Saviano ha rilasciato sul ministro dell’Interno Salvini sono state molto dirette e forti. “Matteo Salvini non è una persona perbene“, ha affermato lo scrittore, spiegando che una persona perbene non utilizzerebbe un linguaggio ed un atteggiamento definito banditesco per descrivere le tragedie che accadono in mare, situazioni che a detta di Saviano andrebbero trattate con un infinito tatto.

Lo scrittore campano esprime anche il suo rammarico nel vedere come i cittadini del suo Sud sembra abbiano dimenticato i vent’anni di insulti della Lega, riversando la colpa al governo di sinistra che ha riempito di bugie gli italiani obbligandoli così ad appoggiarsi ad un partito opposto. 

Poche parole sono state riservate anche per l’approvazione del decreto sicurezza bis di Salvini, che Saviano afferma essere una vittoria momentanea del leader della Lega, definendo le sue parole riguardo questo decreto come fesserie che servono per distrarre l’opinione pubblica

Riguardo il suo ultimo libro che testimonia i salvataggi che avvengono ogni giorno in mare, Saviano punta il dito contro i governi accusandoli di essere i veri complici dei trafficanti, poichè chiunque abbia fatto accordi con i libici e costringe i migranti ad essere ripescati dalla guardia costiera libica, è complice di questo massacro. Lo scrittore vuole sottolineare anche quanto la Libia non sia un posto sicuro dove poter portare le persone, ma un luogo dove queste vengono schiavizzate e torturate.

La risposta di Salvini

Dopo poche ore dalle parole di Roberto Saviano, Matteo Salvini risponde pubblicando un post sul suo profilo Twitter e descrivendo lo scrittore come ricco “intellettuale” amico dei clandestini che vorrebbe porte aperte per tutti. Risposta dura anche da parte di Giorgia Meloni che, sempre tramite un tweet, definisce il gesto di Saviano come ipocrita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Continuano gli attacchi e le risposte. Onestamente, negli ultimi anni non sembra più di vedere degli "scontri politici" con delle discussioni intelligenti in cui ognuno esprime la propria opinione, ma sembra di vedere dei ragazzini delle medie che si attaccano a suon di social senza neanche rendersi conto delle parole rilasciate o della figura che fanno. Politici italiani ed anche esteri.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

22 giugno 2019 - 13:44:24

Saviano è molto bravo, in termini di marketing, a fare soldi con le altrui disgrazie: prima con la piaga della camorra, ora con i clandestini. Non il massimo a livello etico.

0
Rispondi