Iscriviti

Oliverio Toscani insulta gli elettori della Lega: sono dei barboni poco intelligenti

Oliviero Toscani si iscrive al partito dei "rosiconi" della sinistra. Non ha digerito il risultato della Lega alle Europee e attacca gli elettori di destra: "Non capiscono niente".

Politica
Pubblicato il 3 giugno 2019, alle ore 12:21

Mi piace
4
0
Oliverio Toscani insulta gli elettori della Lega: sono dei barboni poco intelligenti

Oliviero Toscani non ha mai nutrito simpatie per Matteo Salvini. E questo è notorio a tutti. In più di un’occasione lo ha insultato pesantemente, definendolo “una scorreggia poco intelligente”. Adesso, il fotografo allarga il suo orizzonte politico, offendendo anche gli elettori che hanno votato Lega, definendoli degli esseri poco intelligenti che abitano in un Paese a dir poco “incivile”.

Il fotografo radical-chic, che in passato non ha risparmiato “complimenti” nemmeno alle donne, definendole delle tr… schifose, ha marcato la differenza che, secondo lui, esisterebbe tra la sinistra e chi ha votato Lega. Sostenendo che i suoi “compagni” comunisti sono più simpatici, più intelligenti, più liberi, più civili e meno “teste di ca… rispetto a chi si è schierato a destra.

Evidentemente, Toscani non deve aver digerito la vittoria della Lega alle elezioni europee. Come del resto non hanno fatto i suoi compagni di merenda come Saviano, Lerner, Bergoglio. E dall’alto della sua cultura etimologica definisce Salvini un “mostro“, facendo il paio alle affermazioni di Famiglia Cristiana che aveva bollato il leader del Carroccio nientedimeno che con il termine di “Satana”.

“Anche Dracula piace – ha detto Toscani – tutti vanno a vedere i film di Dracula, vanno a vedere i film dei mostri. La gente è affascinata dai mostri. C’è questa sindrome di Stoccolma“. Aldilà del fatto che Toscani dovrebbe spiegare agli italiani quali mostruosità abbia finora commesso Salvini, è certo che la sinistra, in quanto a mostruosità, sta ancora scontando i crimini commessi negli anni Settanta.

Ma lui non ci sta e rivendica l’etichetta da radical chic: “Lo sapete che è un complimento? Non sono mica un barbone come voi. Meglio radical chic che buzzurro”. Poi parla delle ultime elezioni: “Ho votato PD e me ne vanto. A Riace la Lega è il primo partito, ancora non hanno capito bene. La gente è confusa perché non siamo ancora un paese civile”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Questi personaggi che vivono in un mondo fuori dalla realtà e che quando parlano dimostrano un’incapacità emotiva di moderare i toni, aggredendo verbalmente chi non la pensa come loro, andrebbero ringraziati, perché ogni qualvolta aprono bocca la Lega guadagna un altro 5% dei consensi tra gli italiani. Un grazie di cuore ai Toscani, Saviano, Lerner, Boldrini, Bergoglio e a tutta l'armata Brancaleone dei radical chic.

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudio Bosisio
Claudio Bosisio

03 giugno 2019 - 19:17:02

Che uomo intelligente. Parla lui, il genio del nulla.

0
Rispondi