Iscriviti

Flavio Briatore scende in politica e lancia il "Movimento del Fare"

Preoccupato dalla crisi di governo, Briatore decide di fondare quello che lui stesso ha ribattezzato il "Movimento del Fare". L'intenzione dell'imprenditore è quello di far ripartire il Paese sfruttando le idee di imprenditori e professionisti di successo.

Politica
Pubblicato il 14 agosto 2019, alle ore 02:51

Mi piace
13
0
Flavio Briatore scende in politica e lancia il "Movimento del Fare"

L’attuale crisi di governo ha inevitabilmente aperto un periodo di incertezza sia a livello politico che economico. A destare maggior preoccupazione è la tenuta dei conti pubblici che, almeno sulla carta, non trarranno alcun beneficio dal poco conciliante clima politico di questi giorni.

Proprio in ragione della sempre più imperante instabilità, Flavio Briatore ha deciso di scendere in campo per mettere la sua esperienza al servizio degli italiani. Per farlo, sul suo profilo Instagram ha presentato il suo “Movimento del Fare“, una “proposta forte e concreta” che si pone come traguardo quello di far uscire il Paese dal guado.

L’imprenditore piemontese ha dichiarato che il nuovo soggetto politico sarà indipendente da qualsiasi corrente o partito politico. Ideato con l’idea di mettersi al completo servizio dei cittadini, il movimento sarà composto da una cordata di imprenditori e professionisti di successo. Spetterà a loro mettersi in gioco presentando una serie di progetti che rimetteranno in moto l’Italia.

L’obiettivo rimane quello di creare lavoro, dando vita ad una nuova stagione di grandi investimenti. Per rendere tutto ciò possibile, bisognerà porre le basi affinché il Belpaese torni ad essere una realtà su cui scommettere. In altre parole, bisognerà ridurre il cuneo fiscale, riaprire i cantieri, procedere con la riforma della giustizia, abolire il reddito di cittadinanza, e puntare forte sul turismo e sulle altre eccellenze del nostro Paese.

A caratterizzare il movimento dell’ex team manager di Benetton e Renault, non saranno gli interessi personali, ma la volontà di mettersi a completa disposizione del Paese per salvarlo dal disastro. Il 69enne ex dirigente sportivo, che ha legato il proprio nome a quello del Twiga e del Billionaire, ha altresì anticipato di poter contare su altri colleghi che lavoreranno gratuitamente pur di vedere risorgere un’Italia che da troppi anni non riesce più a ritrovare la bussola. 

Diversi sono stati i messaggi di incoraggiamento ricevuti dall’imprenditore di Verzuolo, ansioso di poter entrare nell’agone politico per rimettere in sesto un Paese segnato da una preoccupante crescita zero. Il suo grande amico Marco Boriello ha già fatto sapere di tifare per lui: “Forza Flavio, siamo tutti con te“, ha scritto l’ex attaccante di Roma e Milan.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Flavio Briatore è sempre un vulcano di idee. In Formula 1 è stato un abile talent scout oltre che un team manager scaltro e competente: non a caso, ancora oggi in tanti lo vorrebbero alla guida della Ferrari. In politica penso che potrebbe dare un suo contributo, ma gli avversari politici non ci metterebbero molto a ridicolizzarlo utilizzando lo scandalo Crashgate e i diversi reati fiscali che lo hanno coinvolto.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

14 agosto 2019 - 02:53:57

Come nome e propositi mi ricorda un po' "Fare per fermare il declino", di Oscar Giannino: chissà se avrà sorte migliore.

0
Rispondi
Vincenzina Rocchella
Vincenzina Rocchella

15 agosto 2019 - 10:26:57

Seguo il tuo commento e aggiungo...bastano quelli che ci sono...è assurdo pagare stipendi ad evasori accertati che, oltre tutto non ne avrebbero bisogno...a meno che cercano l'immunità ...

0
Rispondi