Iscriviti

Emilio Fede sul vicepremier pentastellato: “Di Maio? Un nessuno, un miracolato”

Emilio Fede attacca duramente Luigi Di Maio, un politico che a sua detta altro non sarebbe che un nessuno, un miracolato che spera di non incontrare mai sulla sua strada. Allo stesso tempo esprime la sua opinione sullo stato dell’alleanza tra Fi e Lega.

Politica
Pubblicato il 28 gennaio 2019, alle ore 14:19

Mi piace
11
0
Emilio Fede sul vicepremier pentastellato: “Di Maio? Un nessuno, un miracolato”

Intervistato da Adnkronos, Emilio Fede confessa quella che è la sua opinione sull’attuale situazione politica italiana. L’ex direttore del Tg4 non entra però nel merito di quella che è l’alleanza tra Lega e M5S (a suo tempo mal giudicata dalla stampa estera), ma esprime più che altro il suo parere sui due vicepremier Luigi di Maio e Matteo Salvini

Sul conto del primo, l’87enne giornalista italiano è categorico. “Di Maio? Un nessuno, un miracolato, spero di non incontrarlo mai”. Oltre a criticarlo in quanto simbolo di un partito che lo stesso Silvio Berlusconi ha definito una setta priva di qualsiasi esperienza politica necessaria per governare un paese, Emilio Fede non condivide affatto la sua scelta di nominare Lino Banfi rappresentante del governo italiano nella Commissione Unesco.

Non ho niente contro Lino, ma quando il governo di un Paese nomina ambasciatore dell’Unesco Banfi, viene naturalmente e facilmente da ridere” ha puntualizzato l’ex direttore del Tg1 e di Studio Aperto. Non ci sarebbe invece molto da ridere sul rapporto sempre più teso tra i due “soci” al governo. Ma, nonostante i malcelati mal di pancia, Fede deve riconoscere che Salvini sta facendo sul serio, e se non dovesse calcare troppo la mano, riuscirà a mettere in atto quello che la gente gli chiede di realizzare. 

Così, dopo aver sottolineato di essere amico di vecchia data con il leader del Carroccio, ha aggiunto che l’attuale ministro degli Interni non romperà mai con Berlusconi. Il che vuol dire che nei piani non c’è nessuna opa salviniana sugli azzurri, le due compagini continueranno ad esistere e collaborare. “Salvini si sta mangiando Fi? Macché, no, e poi ci sono sempre dei buoni digestivi…”. 

Emilio Fede spiega poi per quale motivo ciò non avverrà mai. Innanzitutto, perché tra i due leader il rapporto è più che buono, ma soprattutto perché Berlusconi sa sempre quel che fa, un dato di fatto ribadito anche da altri giornalisti che non stanno certo dalla sua parte, ma che con obiettività hanno ammesso che uno come lui ha sempre le idee chiare.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Sono in tanti a non vedere di buon occhio l’attuale governo, soprattutto per via delle due forze politiche che lo reggono, decisamente diverse se non incompatibili. Emilio Fede gioca proprio su questo, sperando che prima poi il connubio possa incominciare a scricchiolare, facendo crollare l’esecutivo. A quel punto, l’idea rimane quella di ritrovare l’alleanza della Lega con FI e Fratelli d’Italia. E chissà che ciò non possa succedere subito dopo il voto per le europee.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!