Iscriviti

Vivo S7t: ufficiale il mediogamma 5G con attenzione al multimedia

Proposto anche nell'originale colorazione Monet, arriva in commercio il nuovo mediogamma di BBK Electronics che, col Vivo S7t mette in campo un ampio display, ottime fotocamere davanti e dietro, una ricarica rapida e il 5G.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 4 febbraio 2021, alle ore 13:57

Mi piace
3
0
Vivo S7t: ufficiale il mediogamma 5G con attenzione al multimedia

Ma non dovevamo verderci più?“, cantata da Battisti in “Ancora tu”, potrebbe essere tranquillamente la frase rivolta al Vivo S7t, seguito dei precedenti Vivo S7 ed S7e, che riporta in auge nel mondo androidiano l’ormai obsoleta tacca trapezoidale, seppur per una buona causa: alloggiarvi una selfiecamera davvero notevole. 

Vivo S7t (158,82 x 74,2 x 7,39 mm), disponibile all’acquisto (2.698 yuan, o 348 euro) in 3 colorazioni, tra cui Jazz Black/White (167,5 grammi), e Monet Color (un gradientato blu, 169 grammi), si avvale della “frangetta” per ospitare una dual selfiecamera, da 44 (f/2.0, autofocus, HDR, video 4K o FullHD a 30 fps) + 8 (f/2.3, ultragrandangolo a 105°): nonostante tale scelta, il display, un pannello AMOLED da 6.44 pollici, risoluto un FullHD+ (408 PPI) secondo un aspetto panoramico a 20:9, vanta uno screen-to-body del 91.2%, anche grazie alla scelta di ospitare sotto la sua superficie lo scanner per le impronte digitali. 

Sul retro, un bumper squadrato posto lateralmente sopra la sezione Flash (dual LED dual Tone), allinea in assetto piramidale una triplice fotocamera, da 64 (principale, f/1.9, pixel da 0.8 micron, messa a fuoco fasica, stabilizzazione elettronica, video sino al 4K@30fps) + 8 (ultragrandangolo da 120°, f/2.2, pixel da 1.12 micron, panorama) + 2 (monocromatico, f/2.4) megapixel. L’ambito audio manca del jack da 3.5 mm: in compenso, l’output sonoro erogato dallo speaker è di alta qualità (24-bit/192kHz audio). 

Non espandibile, lo storage (UFS 2.1) da 128 GB si sposa con 8 GB di RAM (LPDDR4X), nell’unico allestimento mnemonico messo a supporto della coppia elaborativa, formata dal processore octacore (2.6 GHz) Dimensity 820, realizzato a 7 nanometri, e dalla GPU Mali-G57 MC5. Altro elemento clou, oltre al processore, che porta in dote il 5G standalone e non, è rappresentato dalla batteria che, dimensionata a 4.000 mAh, si carica velocemente (del 66% in mezzora), a 33W, via microUSB Type-C (OTG). 

Chiudono il novero delle specifiche, comprensive anche del sistema operativo Android 11 sotto interfaccia OriginOS 1.0, le connettività Dual SIM anche 4G, il Wi-Fi ac dual band (direct e hotspot), il Bluetooth 5.1 LE (con codec aptX HD, A2DP), e il GPS (A-GPS, Beidou, Galileo, Glonass, QZSS).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - A parte la tacca, che stilisticamente aborro, il Vivo S7t sembra piuttosto ammiccante al pubblico di chi ama i selfie e i vlog, ma anche per chi apprezzare eseguire buone foto di soggetti terzi: la batteria è sottodimensionata per i consumi del 5G. Manca il jack da 3.5 mm, lo storage non si espande: nel complesso, un buonissimo medio-gamma, con tante luci, e qualche ombra.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!