Iscriviti

Stati Uniti, iPhone XS Max esplode in tasca: riscontrate ustioni alle natiche

J. Hillard sta pensando di agire per vie legali dopo che il suo iPhone XS Max, acquistato da soli tre settimane, gli è esploso in tasca provocandogli una ferita alle natiche.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 4 gennaio 2019, alle ore 13:33

Mi piace
4
0
Stati Uniti, iPhone XS Max esplode in tasca: riscontrate ustioni alle natiche

Apple finisce nuovamente al centro dell’attenzione per un episodio verificatosi nell’Ohio, Stati Uniti. J. Hillard aveva acquistato da sole tre settimane uno degli ultimi modelli di iPhone in commercio, l’iPhone XS Max, quando gli è esploso all’interno della tasca dei pantaloni, causandogli una lieve ustione alle natiche.

Lo spiacevole episodio

Come raccontato da J. Hillard, il suo iPhone XS Max ha iniziato ad emettere uno strano odore e a surriscaldarsi oltre misura. L’uomo ha rivelato di essersi trovato in pausa pranzo quando è avvenuto l’episodio: ‘Ero in pausa, quando ho iniziato a sentire uno strano provenire dal dispositivo Apple che avevo in tasca‘. Poco dopo, l’iPhone ha iniziato a surriscaldarsi e dalla tasca dell’uomo è iniziato a uscire del fumo. Hillard è stato così costretto ad uscire dalla stanza dove stava facendo la pausa, dato che nell’ambiente era presente anche una donna.

Spostatosi nella sala riunioni, il signore si è levato i pantaloni nella maniera più frettolosa possibile e un suo collega di lavoro ha dovuto ricorrere all’estintore per spegnere il fuoco che si era creato. Sul pantalone di Hillard era presente un profondo buco, a dimostrazione dell’esplosione avvenuta. La ‘vittima’ ha raccontato di aver inalato molto fumo, oltre ad aver riscontrato un’ustione alle natiche seppur lieve.

iPhone XS Max sostituito in Apple Store

Lo stesso giorno dell’avvenuto incidente, J. Hillard si è recato presso un Apple Store della zona, ed ha spiegato all’addetto quanto era accaduto poche ore prima. Il responsabile del punto vendita ha controllato l’iPhone XS Max per verificare quanto accaduto. L’addetto ha così proposto al cliente di di sostituire il vecchio iPhone esploso con uno del tutto nuovo. A quanto pare, però, l’uomo sta valutando l’ipotesi di un’azione legale contro Apple. Questo non è sicuramente il primo caso di iPhone incendiato: negli ultimi anni infatti, diversi (es. il Novembre scorso) sono stati i dispositivi della mela morsicata che hanno avuto lo stesso destino.

Purtroppo, le batterie presenti all’interno di alcuni dispositivi possono creare problemi, anche sui modelli più affidabili e costosi in commercio. Episodi del genere si sono verificati anche per altre marche di cellulari: il più recente quello dei Galaxy Note 7 della Samsung, che – a causa di un problema di progettazione – rendeva più frequente la possibilità di esplosione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonella D'amico

Antonella D'amico - Sicuramente, non è per nulla piacevole vedere esplodere il proprio cellulare solo dopo poche settimane dall'acquisto. Purtroppo, questi episodio, anche se rari, posso capitare e rivelarsi molto spiacevoli. Ovviamente, anche se lo smartphone è stato sostituito, J. Hillard potrebbe decidere di procedere legalmente per i danni sia fisici che emotivi provocategli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!