Iscriviti

Samsung Galaxy S10: dettagli su prestazioni, Galaxy S10 X, velocità di carica, e tipologia memorie

Ormai, sono ben pochi i segreti rimasti a proposito del Samsung Galaxy S10, sul conto del quale sono emersi anche dettagli per quel che concerne il prezzo (dei vari modelli), la velocità di ricarica delle batterie, e la tipologie delle memorie (RAM e storage).

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 18 gennaio 2019, alle ore 20:01

Mi piace
10
0
Samsung Galaxy S10: dettagli su prestazioni, Galaxy S10 X, velocità di carica, e tipologia memorie

Di certo, il Galaxy S10 passerà alla storia non solo per essere uno degli smartphone più attesi della storia tecnologica, ma anche per essere il top gamma peggio secretato degli annali, con anche questo fine settimana che si è arricchito di non poche indiscrezioni in merito alla sua imminente presentazione, tra circa un mese in quel di San Francisco e Londra. 

Nei giorni scorsi, come noto, un dipendente di Samsung è stato sorpreso nel mentre testava, a bordo di un autobus (forse all’interno di un campus aziendale), con tanto di pulsanti virtuali in vista sulla OneUI, il nuovo e sottile (7.8 mm) Galaxy S10+, stigmatizzato dal suo caratteristico foro allungato frontale per la doppia selfiecamera. Più o meno nello stesso momento, un utente, su Reddit, nel commentare la circostanza svelava altri dettagli a proposito del prototipo di Galaxy S10+, definito più leggero ma simile per dimensioni al Note 9, con un’interfaccia molto veloce, privo di scanner dell’iride, ma con Face Unlock perfezionato e, ovviamente, un confermato scanner d’impronte sotto al display che, però, vincolava al dover “indovinare” l’area giusta di scansione. 

Aggiuntive informazioni in merito vengono dal sito Geekbench, sul quale sarebbe stata testata una versione (Samsung SM-G975U) base del 10 Plus, con Android Pie, 6 GB di RAM, e processore Snapdragon 855: a quanto pare, tale modello, che dovrebbe anche avere 4.000 mAh di batteria, un display Infinity-O da 6.44 pollici, e 5 fotocamere (due davanti e tre dietro) avrebbe ottenuto 3413 punti in single-core, e 10256 in multi-core. Per il prezzo, in questo caso, si parla di pressappoco 1.250 euro (1.6 milioni di won). 

Anche sul Galaxy S10 X (eXperience o eXpand), ovvero la variante del Plus con connettività 5G (es. via modem Exynos 5100), emergono dettagli più precisi, come quello del prezzo. Il presunto quarto modello del flagship sudcoreano, infatti, potrebbe costare 1.8 milioni di won locali, corrispondenti a circa 1.400 euro quando esordirà nel mercato coreano il 29 Marzo. La motivazione di un esborso simile è fornita da FoneArena e da ET News, secondo i quali il Galaxy 10 di punta dovrebbe avere specifiche impressionanti, a partire dal display AMOLED da 6.7 pollici (forse QHD+), senza dimenticare il comparto logico (10 GB di RAM, 1 TB di storage, chipset Axis 5100), la maxi batteria da 5.000 mAh, le 6 fotocamere (due davanti, quattro dietro), e l’inedita feature “life pattern che automatizzerebbe alcuni comportamenti del telefono sulla base delle abitudini del suo “padrone”. 

Sul Galaxy S10 E, quello più economico del quartetto (con 3.100 mAh di batteria e 5.8” di display), non mancano spifferate, seppur indirette, grazie ad un produttore di coverArmadillotek, che ha avuto modo di lavorare a lungo con le versioni ultimative dei nuovi top gamma Samsung onde “cucirvi su misura” le sue custodie protettive. Secondo il maker, il modello in questione (forse prezzato a 620 euro, od 800.000 won) sarebbe l’unico della gamma a supportare le cover complete, con anche la pellicola protettiva per il display, visto che avrebbe lo scanner d’impronte sul lato: diversamente, sugli altri modelli di Galaxy S10, la pellicola confliggerebbe non poco con il sensore in-display (introdotto dal Vivo X21 quasi un anno fa) e, quindi, questi ultimi dovranno farne a meno, optando per una protezione “parziale”. 

Comune a tutti i nuovi Galaxy S10 (compreso quello standard con 3.500 mAh di accumulatore e 6.1” di monitor) potrebbe essere una delusione non da poco. Ormai confermate le accresciute capienze delle rispettive batterie dei vari modelli, era lecito ipotizzare che l’azienda di Seoul avrebbe introdotto anche un migliorato sistema di ricarica rapida, visto che i concorrenti mettono in campo velocità da 30/40W. Purtroppo, i modelli (SM-G9730 ed SM-G9750) di Galaxy S10 registrati da Samsung presso l’ente China Compulsory Certification (CCC) si avvalgono ancora del caricatore (EP-TA200) da 15W (9.0V/1.67A o 5.0V/2.0A), velocità garantita nelle varianti Qualcomm dal Quick Charge 2.0 e dall’Adaptive Fast Charging in quelle Exynos, il che porterebbe a 1 ora e 40 minuti il tempo necessario per ottenere una carica completa da 0 a 100.

L’altra brutta notizia riguarda le memorie (non i quantitativi, ma le tipologie) dei Galaxy S10. Ice Universe aveva anticipato che l’S10 Lite avrebbe avuto 4 GB di RAM e 128GB di storage, l’S10 6+128/256 GB, l’S10+ 6 e 8 GB per 128/256/512 GB, e l’S10 X 8/10/12 GB di RAM e 256/512 GB/1TB di storage. Il punto è che, in luogo delle auspicate memorie LPDDR5 e UFS 3.0, vi saranno – per RAM e spazio d’archiviazione NAND – ancora le “vecchie” LPDDR4 e UFS 2.1

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il nuovo Galaxy S10 inizia ad avere le prime "battute" d'arresto, per quanto possa sembrare folle parlarne quando manca ancora molto alla sua presentazione: eppure, le indiscrezioni sul mancato avanzamento delle memorie e della batteria fanno riflettere non poco. Samsung, infatti, oltre ad aver impiegato più tempo del normale a inserire uno scanner nel display (Vivo lo fa da un anno), sarebbe ancora molto timorosa nell'accelerare la ricarica dei suoi top gamma.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!