Iscriviti

Realme Narzo 10 e Narzo 10A: specifiche e prezzi dei nuovi medio-gamma BBK

L'evento mattutino mandato in onda in India, ad opera di Realme, spin-off di Oppo, si è concluso con la comparsa di due "nuovi" smartphone di fascia medio-bassa, i Realme Narzo 10 e 10A, destinati a portare prestazioni potenti in device dedicati ai giovani.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 11 maggio 2020, alle ore 11:15

Mi piace
6
0
Realme Narzo 10 e Narzo 10A: specifiche e prezzi dei nuovi medio-gamma BBK

L’atteso evento, organizzato da Realme India mediante un video pre-registrato ottemperando alle norme di distanziamento sociale varate da Nuova Delhi, ha avuto luogo, portando all’esordio una coppia di smartphone di fascia media, i Realme Narzo 10 e Narzo 10A, concepiti come device mobili potenti per la cosiddetta “Generazione Z” dei Post Millennials. 

Realme Narzo 10 (164.4 x 75.4 x 9.0 mm, per 199 grammi, nelle colorazioni verde e bianco, dal 18 Maggio a circa 146.40 euro o 11.999 rupie) si dimostra piuttosto classico nel design, col frontale, protetto dal vetro Gorilla Glass 3+, munito di notch a goccia e il retro contraddistinto anche da uno scanner biometrico circolare. A livello multimediale, Realme Narzo 10 propone un display LCD da 6.5 pollici, risoluto in HD+ (1600 x 720 pixel) secondo un aspetto panoramico a 20:9, esteso sull’89.8% del frontale, con la feature anti stress visivo “Eye Care” (regolazione della temperatura colore per ridurre l’emissione di luce blu). La selfiecamera (f/2.0, Ai Beauty, HDR, Bokeh regolabile) arriva a 16 megapixel mentre, sul retro, incolonnati a sinistra, vi sono i sensori della quadrupla fotocamera, con un modulo (f/2.4) ultragrandangolare (119°) da 8, uno principale da 48 (f/1.8, 6 lenti, pixel binning, 1080p@30fps), uno bianco e nero da 2 (f/2.4) e uno per le macro (a 4 cm) da 2 (f/2.4) megapixel. 

Il setting logico del Realme Narzo 10 (in pratica un Realme 6i) prevede il processore a otto core MediaTek Helio G80, realizzato con litografia a 12 nanometri, e la scheda grafica Mali-G52 di ARM: la RAM contempla il solo taglio da 4 GB, con 128 GB (espandibili di altri 256 via microSD) previsti per lo storage (eMMC 5.1). Animato dall’interfaccia Realme OS a base Android 10, il Realme Narzo 10 contempla connettività del calibro del Wi-Fi ac, del Dual SIM con 4G VoLTE, del Bluetooth 5.0, del GPS (BeiDou, Glonass), del jack da 3.5 mm, e della microUSB Type-C con cui viene caricata rapidamente, a 18W, la batteria da ben 5.000 mAh. 

Realme Narzo 10A (164.4 x 75.0 x 8.95 mm, per 195 grammi, nelle nuance So White e So Blue, dal 22 Maggio a 103.72 euro od 8.499 rupie) condivide lo stesso design del fratello maggiore, di cui rappresenta un downgrade anche tecnico. 

L’array multimediale del Realme Narzo 10A prevede, di conseguenza, lo stesso display LCD da 6.5 pollici HD+ con Gorilla Glass 3 e aspetto panoramico a 20:9 su quasi il 90% del lato A, ma la selficamera scala a 5 (f/2.4, 1.12 micron, modalità Ritratto Ai supported) megapixel: sul retro, ove è confermato lo scanner per le impronte digitali, la fotocamera è triplice, con il semaforo di sinistra che incolonna un sensore principale da 12 (f/1.8, messa a fuoco fasica, 1.25 micron, 1080p@30fps), uno da 2 (f/2.4) per la profondità, e uno da 2 (f/2.4) megapixel per le macro. 

Sotto il cofano, Realme Narzo 10A (versione indiana del Realme C3) cela un processore octacore (2.0 GHz) MediaTek Helio G70 ed una Mali-G52 MC2, capaci di sfruttare 3 GB di RAM e 32 GB di storage, per fortuna espandibile via microSD di altri 256 GB. Presenti quasi le stesse connettività del Narzo 10 standard (Dual 4G VoLTE, Bluetooth 5.0 con A2DP, GPS con Glonass e BeiDou, Wi-Fi ac dual band, jack da 3.5 mm, Dual 4G con VoLTE), il Realme Narzo 10A grazie alla microUSB 2.0 (OTG, reverse charging) carica, meno rapidamente, a 10W, la batteria, ancora da 5.000 mAh che, complice il Realme OS a base Android 10 e le minori necessità energetiche, arriva a 727.7 ore di stand-by, ridotte a 43.9 ore di telefonate, 20.8 ore di streaming video, 19.4 di streaming musicale, o 10.6 ore di gioco a PUBG. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male. In teoria mi aspettavo molto da questi smartphone che, per carità, mantengono le premesse, candidandosi a locali best buy nel target giovanile: semplicemente mi aspettavo una maggior originalità, sia nel design, che nella scheda tecnica. Non amo particolarmente la pratica del rebranding, che mi sembra solo un modo per occupare meglio il mercato col minimo sforzo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!