Iscriviti

Oppo A11: ufficiale il medio-gamma economico con tetracamera posteriore

In uno dei periodi più intensi della propria storia, Oppo non si concede tregua nel popolare il proprio listino di ulteriori modelli, stante l'appena avvenuto annuncio di un nuovo medio-gamma, low cost e multimediale, in veste di Oppo A11.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 16 ottobre 2019, alle ore 13:17

Mi piace
5
0
Oppo A11: ufficiale il medio-gamma economico con tetracamera posteriore

Nel mentre lo spin-off economico Realme ha confermato lo sbarco anche in Europa, la casa madre Oppo – in patria – ha presentato uno smartphone di fascia media, l’Oppo A11, con qualche somiglianza – puramente stilistica – con i “cugini” di OnePlus (altro brand di BBK Electronics). 

Oppo A11 (163.,6 × 75.6 × 9.1 mm, per 195 grammi, nelle nuance Flow Cloud White e Lake Light Green) esibisce un frontale simile all’OnePlus 7, dal quale diverge, pur in presenza del comune notch a goccia per la selfiecamera (qui da 8 megapixel, con focale f/2.0), per un mento più pronunciato. Posteriormente, la somiglianza rievoca l’OnePlus 7T Pro, con la differenza che la parte bassa della multicamera verticale è, nell’A11 di Oppo, occupata da un oblungo scanner per le impronte digitali.

Protetto da un vetro Gorilla Glass 3+, il frontale propone un display HD+ da 6.5 pollici ben contrastato (1500:1) e luminoso (500 nits), idoneo a visualizzare i testi senza troppi scroll o, in orizzontale, setting ottimale anche per fruire degli speaker stereo con audio Dolby Atmos, per utilizzare due app in simultanea.

Dietro, ottimizzata dalla AI, beneficiata di una modalità Night View 2.0, risiede la tetracamera: all’interno del semaforo verticale opera il sensore principale da 12 (f/1.8, stabilizzazione elettronica, video girati in 4K@30fps), quello secondario ultragrandangolare (119°) da 8 (f/2.25), e quello per la profondità da 2 megapixel (f/2.4). Di lato, a destra, il Flash LED fa compagnia a un sensore da 2 megapixel (f/2.4), per le macro (da 4 cm). 

Il processore scelto per l’Oppo A11, l’octacore (2 GHz) Snapdragon 665, messo in tandem con la GPU Adreno 610, è sprintato in ottica gaming mediante la feature Game Boost 2.0, che concorre a ottimizzare in fase di gaming anche le memorie di bordo, tra cui i 4 GB di RAM (LPDDR4x) ed i 128 GB (espandibili di 256) di storage. 

Provvisto di una maxi batteria da 5.000 mAh caricabile via microUSB, l’Oppo A11 integra un Dual SIM puro con 4G VoLTE, un Wi-Fi ac, il Bluetooth 5.0, il GPS (BeiDou/Glonass), ed un sempre più raro jack da 3.5 mm con tanto di Radio FM. Il sistema operativo, invece, fa segnare un punto d’arresto, su più livelli: pur presente Android 10, la base è ancora Android 9 e, nonostante sia più che prossima la ColorOS 7, l’interfaccia è un’ormai datata ColorOS 6.0.1

Oppo A11 è già preordinabile, a partire dal mercato cinese (ove viene proposto con in omaggio lo speaker Bluetooth N6), ad un prezzo di circa 191 euro (tasse escluse, in base al cambio dal listino ufficiale fissato a 1.499 yuan). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nel complesso, l'Oppo A11 non mi dispiace: buona potenza di calcolo, autonomia sulla carta encomiabile, presenza di un sensore per le macro e di uno ultra-grandangolare, audio stereo Dolby Atmos. Direi che ci sono tutti gli ingredienti per farne un buon telefono multimediale: però, e questi sono dei limiti, non noto una Type-C e qualche forma di ricarica rapida, così come vi è l'assenza di un modulo NFC per usare lo smartphone alla stregua di un POS.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!