Iscriviti

Moto X Force, smartphone indistruttibile dall’eleganza non scontata

Lenovo continua il processo di rilancio della Motorola e, accanto ai modulari Moto Z, annovera anche un ottimo smartphone, il Moto X Force, che unisce una robustezza indistruttibile ad un'eleganza nient'affatto scontata per la categoria: eccone le specifiche.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 1 novembre 2016, alle ore 19:45

Mi piace
3
0
Moto X Force, smartphone indistruttibile dall’eleganza non scontata

Secondo un rapporto di Vodafone, noto operatore mobile, uno degli inconvenienti più comuni ai quali va incontro uno smartphone consiste nella rottura del display (53% dei casi), di sicuro la componente più fragile dell’hardware di bordo. In casi del genere, bisogna solo sperare che la garanzia del proprio device sia ancora valida: le alternative sono riparazioni così costose (nel caso di pezzi originali) da far, sovente, propendere per la sostituzione in toto dello smartphone incidentato. Per questo motivo, diversi utenti si orientano sugli smartphone corazzati, o rugged, come – ad esempio – il Moto X Force.

Il difetto principale degli smartphone “rugged” (vedi i pur pregevoli esempi di Mediacom, Kyocera, ed Archos) è che questo genere di device guadagna in resistenza al prezzo di una silhouette un po’ troppo muscolosa che, tra l’altro, si ripercuote anche nel peso, quasi sempre molto generoso. Il Moto X Force, realizzato da Lenovo per Motorola, invece, inverte la tendenza.

La forma è sì ancora un po’ sagomata, scelta concepita per ammortizzare gli urti, ma la silhouette è molto elegante e lo spessore (7.6 mm) decisamente contenuto: la scocca è realizzata in metallo la cui resistenza viene esaltata anche dalla scelta di collocare, sulla back cover, una trama in nylon balistico (quello dei giubbini anti-proiettili): il risultato è che il device, anche cadendo da un’altezza di 5 metri, continua a funzionare. La parte frontale del Moto X Force è occupata da un pannello che, realizzato con la tecnologia ShatterShield (5 strati di vetro), risulta essere infrangibile e resistente ai graffi (Motorola lo garantisce per 4 anni): immediatamente al di sotto, troviamo il display AMOLED da 5.4 pollici, con risoluzione QHD ((2560 x 1440 pixel), che garantisce neri vividi ed energeticamente risparmiosi.

Il comparto multimediale del Moto X, oltre al già citato display, prevede una fotocamera frontale, da 5 megapixel, dotata di grandangolo, focale a f/2.0, e Flash LED (per selfie luminosi) mentre quella posteriore, da 21 megapixel, è provvista di un Dual Flash LED (dual tone): grazie al ritardo zero dell’otturatore, alla modalità di scatto rapido, ed all’autofocus con rilevamento di fase, perdere i particolari nel soggetto scelto sarà molto difficile. Manca lo stabilizzatore ottico dell’immagine ma, in compenso, i video possono essere girati in risoluzione 4K (720p in slow motion). L’audio, contrariamente a quanto si potrebbe intuire dalle 2 aperture in basso, non è stereo ma risulta comunque forte.

All’interno della sua scocca, resa impermeabile (certificazione IP52) grazie all’impiego di una nanotecnologia idrorepellente, troviamo il processore octa core Snapdragon 810, cloccato a 2 GHz ed abbinato a una GPU Adreno 430: la RAM è da 3 GB (LPDDR4) mentre lo storage, pur espandibile (sino a 2 TB) con la microSD, raggiunge la già ragguardevole capacità di 32 GB. La connettività a bordo è costituita da un set di cui fanno parte il Wi-Fi a/b/g/n/ac (dual band con MIMO), il Bluetooth 4.1 LE, il GPS/Glonass, l’NFC, una microUSB v2.0, e la connessione ultraveloce LTE cat. 6.

Il sistema operativo a bordo è (in partenza) un Android Lollipop 5.1.1 quasi stock, ben perfezionato dall’adozione di Moto Voice (supporto ai comandi vocali complessi), Moto Assist (intelligenza artificiale che automatizza alcune incombenze), Moto Actions (le gravity gesture tipiche dei device Motorola). L’autonomia, infine, oltre che sul testé accennato sistema operativo, fonda le sue performance su una batteria da 3760 mAh dotata di TurboPower (13 ore extra con 15 minuti di ricarica) e ricarica wireless QI: il risultato è concretizzabile in 25 ore di conversazione e 500 ore in stand-by.

Moto X Force, nella colorazione nera, può essere reperibile online in diversi store con prezzi che, ormai, iniziano già a scendere – seppur di poco – sotto i 600 euro

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Come asserito in corso di articolo, è davvero raro il trovare uno smartphone che sia resistente ed anche belo a vedersi: con l'ormai rodato Moto X Force (a proposito, è stato aggiornato ad Android Marshmallow 6.0.1!), tutto questo è possibile e non è cosa da poco avere uno smartphone che non sacrifica la robustezza all'altare della bellezza estetica. Anche la potenza di calcolo è molto buona e l'asset previsto nella scheda tecnica offre un buon bilanciamento tra prestazioni ed autonomia. Davvero ben fatto da parte del duo Lenovo-Motorola.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!