Iscriviti

Kyocera DuraForce Pro, smartphone rugged con action camera integrata

Kyocera, nota hardware house specializzata in smartphone ai limiti dell'estremo, ci è cascata di nuovo! Ecco il nuovo Kyocera DuraForce Pro che, oltre ad essere indistruttibile, ha anche un'action cam da 135° FullHD!

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 12 agosto 2016, alle ore 12:04

Mi piace
2
0
Kyocera DuraForce Pro, smartphone rugged con action camera integrata

La hardware house Kyocera ha già fatto parlare di sé per smartphone particolarmente robusti, adatti a lavorare in condizioni estreme, o innovativi, come il primo device con pannello solare incorporato (Febbraio 2016) ed il primo smartphone che si lava con acqua e sapone (il Digno Rafre, nel Dicembre 2015).

Ora, dall’azienda in questione, è in procinto di arrivare anche il primo smartphone con action camera integrata, il Kyocera DuraForce Pro!

Il Kyocera DuraForce Pro non brilla certo per estetica (i tasti di Android, fisici, sono piuttosto tozzi e retrò) visto che appartiene alla categoria dei telefoni rugged, corazzati per essere usati in qualsiasi condizione estrema: di fatti, tale device regge urti, graffi, vibrazioni, sbalzi termici estremi ed è persino dotato della certificazione militare IP6X che lo protegge dalla polvere e dalle immersioni in acqua (fino a 2 metri, ma per massimo 30 minuti). 

All’interno della sua struttura, troviamo un display da 5 pollici con risoluzione FullHD (1920 x 1080 pixel) e vetro rinforzato mentre, all’interno della spessa cornice frontale alta, troviamo una fotocamera da 5 megapixel. Quello che maggiormente attrae la nostra attenzione è la doppia fotocamera posteriore: il primo sensore, quello tradizionale, è da 13 megapixel mentre il secondo – collegato ad un microchip dedicato – funge da action camera ed è capace di riprese grandangolari (a 135 gradi) in risoluzione FullHD. Da segnalare, inoltre, che tale action camera integrata supporta diverse modalità creative di ripresa (azione, slow motion, sport, e subacquea) e che, grazie ad apposite cover, questo smartphone sarà compatibile con i supporti GoPro e, quindi, applicabile pesino sulle bici e sui caschi.

Passando al cervello di questo device, lato hardware troviamo un processore a otto core Qualcomm Snapdragon 617 abbinato ad un banco da 2 GB di RAM: lo storage ammonta a 32 GB ed è espandibile tramite slot per schedine microSD.

Lato software, invece, la gestione delle risorse hardware è curata da Android Marshmallow 6.0 che riceve anche il supporto del pacchetto Android for Work: in tal modo, oltre a monitorare con maggior scrupolo il comportamento delle app, i dati professionali sono separati da quelli personali e vengono resi accessibili solo tramite il riconoscimento dell’impronta digitale (sì: c’è lo scanner idoneo).

L’utilizzo in mobilità del Kyocera DuraForce Pro prevede il WiFi, il Bluetooth 4.2, il chip NFC, il barometro, una porta microUSB 2.0, mentre l’autonomia punta su una batteria da 3240 mAh (dotata di ricarica rapida “Quick Charge 2.0”).

Considerando che il Kyocera DuraForce, versione minore del presente device, è commercializzato negli States dall’ISP AT&T a 418 dollari, è ipotizzabile che la versione Pro  possa venire distribuita, nel medesimo mercato, a circa 500 dollari

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Da quello che ho visto, anche in altri modelli di quest'azienda giapponese, se si fa un lavoro sul campo, ad esempio in un cantiere, è proprio il caso di munirsi di un telefono del genere. Oltre ad avere l'ultimo Android e buone specifiche, è anche resistentissimo in ogni condizione ambientale possibile: anche al sole, nei pressi di fonti di calore, o sotto la pioggia. L'idea di accludervi anche il sensore biometrico è ottima per il contesto professionale mentre l'implementazione di una action cam strizza l'occhio agli amanti degli sport estremi!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!