Iscriviti

Honor X30 Max e X30i: due modi diversi di declinare la fascia media

Dopo averne confermato il lancio in data odierna la scorsa settimana, Honor è stata di parola, ed ha ampliato il suo ancor giovane listino indipendente (da Huawei) di due ulteriori smartphone che, intesi come Honor X30 Max e X30i, omaggiano la fascia media.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 28 ottobre 2021, alle ore 17:38

Mi piace
1
0
Honor X30 Max e X30i: due modi diversi di declinare la fascia media

Anche Honor, resasi “indipendente” da Huawei a fine 2020, era attesa a un importante annuncio che, nelle scorse ore, si è esplicato nella presentazione di due originali smartphone di fascia media, rappresentati dal mastodontico Honor X30 Max (che, per la diagonale dello schermo raccoglie l’eredità del Mate 20X) e dall’elegante X30i, più stilisticamente al passo con i tempi.

Il Mate X30 Max (Magical Night Black, Charm Sea Blue e Titanium Silver) ha dimensioni importanti, con 174.37 x 84.91 x 8.3 mm, dovute alla scelta d’inglobare un oblungo display LCD TFT da 7.09 pollici, risoluto in FullHD+, con disposizione dei pixel RGBW, tutela della vista (come da certificazione TÜV Rheinland), ampia luminosità di picco (780 nits, col minimo settabile a 2), 16.7 milioni di colori, HDR10 a implementare la qualità visiva, 100% di copertura del color gamut DCI-P3, 90% di screen-to-body.

Un piccolo notch a goccia, in alto, ospita la selfiecamera da 8 megapixel (f/2.0): posteriormente, il lingottone a sinistra propone, inframmezzate dal flash led, una dual camera da 64 (principale, f/1.8) + 2 (profondità, f/2.4) megapixel. Lato audio sono da annoverarsi il mini-jack da 3.5 mm e due speaker stereo con amplificazione proprietaria Histen Sound mentre, di lato, quanto a sicurezza spicca lo scanner per le impronte digitali. 

Presentato lo scorso Maggio, e apportatore del 5G, a sprintare il tutto è il processore octacore (2.4 GHz) Mediatek Dimensity 900, realizzato a 6 nanometri, provvisto di GPU Arm Mali-G68 MC4, accompagnato dalle ottimizzazioni GPU Turbo X (prestazioni) e Link Turbo X (connessioni): la RAM, da 8 GB, si sposa a seconda dell’allestimento, con 128 (2.399 yuan, 323 euro) o 256 GB (2.699 yuan, 363 euro) di storage. Influisce sul peso, 228 grammi, anche la batteria, da 5.000 mAh che, caricata in Type-C a 22.5W, fornisce adeguatamente energia, grazie alla corretta gestione delle risorse operate da Android 11 sotto Magic UI 5.0, anche alle restanti connettività, con 4G, Dual SIM, Wi-Fi ac, GPS (Beidou, Glonass), NFC, Bluetooth 5.1. 

Nell’Honor X30i (nero, rosa, argento, oro, blu), che per design del frame laterale ricorda gli iPhone 13, sullo chassis in alluminio è adottato un display LCD FullHD+ (1080 x 2388 pixel), con 90 Hz di refresh rate, ma più piccolo, con 6.7 pollici di diagonale e con il 93.6% di screen-to-body: in questo caso, l’obsoleto notch cede il passo a un minuscolo forellino in alto al centro, per la selfiecamera ancora da 8 megapixel (f/2.0). Sul retro, è presente una fotocamera tripla, con un sensore principale da 48 (Super Night Scene) accompagnato da due sensori accessori da 2 megapixel, di cui uno per le macro e uno per la profondità. Sia in favore del retro che del davanti fotografico è implementata una specifica funzionalità di vlog in soccorso dei creators. 

Realizzato a 6 nanometri, l’octacore (2.4 GHz) Dimensity 810 di Mediatek, qui con GPU Arm Mali-G57 MC2, è presente nelle tre configurazioni che, quanto a memorie, offrono combinazioni di RAM e storage da 6+128 (1.399 yuan, 188 euro), 8+128 (1.699 yuan, 228 euro, e 8+256 GB (1.899 yuan, o 255 euro). Sempre con lo scanner per le impronte di lato, e Android 11 sotto interfaccia Magic UI 5.0, l’Honor X30i conferma Dual SIM, 4 e 5G, Bluetooth 5.1, Wi-Fi ac, NFC, mini-jack da 3.5 mm, GPS (Beidou, Glonass) e microUSB Type-C, per caricare, rapidamente a 22.5W, la batteria da 4.000 mAh

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I due smartphone presentati nelle scorse ore da Honor stupiscono per motivi diversi: il secondo è oggettivamente d'un eleganza premium, anche se la scheda tecnica è di fascia media. In più, c'è una tripla fotocamera dietro: il primo modello impressiona per lo schermone, supportato adeguatamente dalla corposa batteria. Peccato per il notch.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!