Iscriviti

iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max: Apple punta su nuove fotocamera e 120 Hz adattivi

L'atteso evento California Streaming tenuto da Apple senza pubblico causa coronavirus ha alzato il sipario anche sui nuovi iPhone 13 Pro, naturalmente in versione "liscia" e Max, con notevoli miglioramenti fotografici e una lita sorpresa sui display.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 14 settembre 2021, alle ore 22:07

Mi piace
1
0
iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max: Apple punta su nuove fotocamera e 120 Hz adattivi

L’elemento clou dell’evento California Streaming di Apple si è sostanziato nei top gamma iPhone 13 Pro e 13 Pro Max, sempre col beneficio software di iOS 15, ma con una maggiore differenziazione complessiva (a parere di Tim Cook) rispetto ai modelli standard, con i quali però condividono il rinnovato supporto alla tecnologia MagSafe.

Nello specifico il frontale, sempre con protezione Ceramic Shield, anche in questo caso riduce del 20% il notch avendo ottimizzato la base tecnica dedicata alla scansione biometrica 3D del volto: di conseguenza, v’è più spazio per il display OLED Super Retina XDR, rispettivamente da 6.1 e 6.7 pollici, con tecnologia ProMotion che, portando secondo i contesti d’uso il refresh rate da 10 a 120 Hz, trova il giusto compromesso tra fluidità (es. delle animazioni) e consumi energetici. La luminosità di picco sale per entrambi a 1.000 nits.

Il retro in vetro opaco o satinato, nelle colorazioni Azzurro Sierra, Oro, Grafite, Argento, sempre con 3 sensori e modulo LIDAR, ha un sensore principale da 12 megapixel, con grandangolo, pixel da 1.9 micrometri e apertura a f/1,5, un telefoto (zoom ottico 3x, Ibrido 6x) corrispondente a un 77 mm di lunghezza focale, e un ultragrandangolare che, migliorato del 92% rispetto al passato nelle foto con poca luce, ha una lente a 6 elementi, un’apertura focale a f/1,8, e una modalità super macro per inquadrare soggetti a distanza di 2 cm. 

La funzione fotografica Smart HDR, che ottiene foto di alta qualità dall’esposizione ideale dopo aver fuso assieme vari fotogrammi diversamente esposti scattati prima e dopo la pressione dell’otturatore, ora supporta gli Stili Fotografici: sul versante delle foto d’impatto, tutti i tre i sensori in oggetti beneficiano della modalità notturna. Le riprese (ma non solo), che traggono beneficio dalla stabilizzazione ottica Sensor-Shift, godono via app della modalità ProRes 4K30 (che, però, spingerà molti a convergere verso la pezzatura da 1 TB d’archiviazione) e guadagnano la Cinematic Mode già vista nei modelli standard.

All’interno dello chassis, impermeabile IP68, in acciaio inossidabile di livello chirurgico, il processore è sempre l’esacore A15 Bionic, con prestazioni superiori del 50% rispetto alle migliori tecnologie rivali, che porta benefici pure in tema di autonomia, col modello iPhone 13 che guadagna 1.5 ore sul 12 Pro, e il 13 Pro Max che guadagna 2.5 ore sul 12 Pro Max: in ogni caso, rimane su ambedue il supporto alla ricarica wireless. Le tempistiche di disponibilità sono le stesse dei modelli standard, con pre-ordini dal 17 e disponibilità dal 24 Settembre: in merito ai prezzi  per l’Italia, l’iPhone 13 sarà venduto a 1.189 euro per 128 GB, a 1.309 euro per 256 GB, a 1.539euro per 512 GB, e a 1.769 euro pr 1 TB. Il 13 Pro Max, invece, arriverà a 1.289 euro per 128 GB, 1.409 euro per 256 GB, 1.639 euro per 512 GB, e a 1.869 euro per 1 TB. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Anche negli iPhone 13 Pro c'è stata qualche piccola miglioria visibile nello stile, come nel caso anche della colorazione Azzurro Sierra: le tre fotocamere posteriori rappresentano la grande novità di questa nuova coppia di melafonini, pure migliorati in prestazioni, autonomia e connettività 5G. Nel complesso, considerando quanto comunicato, è verosimile pensare che mai come quest'anno le preferenze degli utenti andranno sui modelli Pro di Cupertino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!