Iscriviti

Honor 30 Lite (Youth Edition): ufficiale, ancora una volta con chip MediaTek e 5G

Arriva in pre-ordine su VMall, con le vendite schedulate per l'8 Luglio, l'appena presentato smartphone Honor 30 Lite, proposto con 4 colorazioni, 3 fotocamere posteriori, batteria da 4.000 mAh, e connettività anche 5G: sempre ben sotto i 300 euro.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 2 luglio 2020, alle ore 12:47

Mi piace
5
0
Honor 30 Lite (Youth Edition): ufficiale, ancora una volta con chip MediaTek e 5G

Nell’intrigante appuntamento streaming col quale Honor ha presentato il suo inedito phablet X10 Max, con maxi display da oltre 7 pollici, la compagnia del CEO George Zhao ha alzato il sipario anche sull’Honor 30 Lite (aka “Youth Edition”), strettamente imparentato col “cugino” Huawei Enjoy Z (e, quindi, sì, privo dei servizi Google e del Play Store, con gli Huawei Mobile Services e l’App Gallery in loro vece).

Honor 30 Lite (160 x 75.32 x 8.35 mm, per 182 grammi), frontalmente, opta per un notch a U molto delicato: il retro, in vetro 2.5D ottenuto giustapponendo 9 diversi strati, beneficia di un trattamento anti-impronte, nonostante sia ben difficile “sporcarlo” per errore, stante lo sloggiamento laterale dello scanner biometrico per le impronte digitali.

Multimedialmente, esteso sul 91.2% (screen-to-body) della superficie disponibile, il display è  un pannello LCD FullHD+ da 6.5 pollici, con rapporto panoramico a 20:9, refresh rate a 90 HZ, frequenza di campionamento a 180 Hz. A bordo, albergano in totale 4 fotocamere: quella anteriore, adibita ai selfie, raggiunge i 16 (f/2.2) megapixel mentre sul retro, allestito in sgargianti quanto varie colorazioni (Magic Mirror Silver, Magic Night Black, Summer Rainbow, Wizard of Oz), un bumper rettangolare ma arrotondato, a sinistra, ospita sia il flash LED che i sensori della tripla fotocamera, da 48 (principale, f/1.8, messa a fuoco fasica, video in 4K, abbellimenti AI based) + 8 (ultragrandangolo) + 2 (macro). 

Portando avanti la collaborazione (obbligata dalla difficoltà di farsi produrre i chip HiSilicon da TMCS causa ban trumpiano), Honor ha schierato il processore octacore (2.0 GHz) Dimensity 800, predisposto con modem per il 5G standalone e non, e la scheda grafica Mali-G57 MP4 di Arm: come nel “fratello maggiore” di presentazione, anche in questo caso i tagli di RAM e storage (estensibile via nanoSD di 256 GB max), sono da 6+64 (1.699 yuan o 213 euro), 6+128 (1.899  yuan, 238 euro), 8+128 GB (2.199  yuan, 276 euro). 

Decisamente senza compromessi sembra essere il roster di connettività, con l’Honor 30 Lite (Youth) che può fregiarsi del Dual SIM con 4/5G, del GPS (A-GPS, BeiDou, Galileo, Glonass), del jack da 3.5 mm, del modulo NFC per i pagamenti contactless, del Wi-Fi ac a doppia banda, e del Bluetooth 5.1. La microUSB è una Type-C ed è capace di caricare, a 22.5W, quindi rapidamente (50% in mezzora, 100% in un’ora e mezza), la batteria non removibile, da 4.000 mAh (accreditata del garantire 50 ore di playing musicale, 12.5 di telefonate, 10 ore di browsing web). Lato software, rimane confermato Android 10, sotto l’interfaccia proprietaria EMUI 10.1. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nel complesso, il modello in questione sa di già visto (e non a caso): facezie a parte, ottimo nel design, e nell'imaging, ha una batteria meno generosa dell'X10 Ma che, però, va detto, aveva anche un pannello più grande. Visto il comparto logico, il refresh rate e il sampling, ne consiglierei l'uso per il gaming.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!