Iscriviti

Cubot X20 Pro: il mediogamma che stupisce per fotocamera e intelligenza artificiale

A sorpresa, arriva sul mercato uno smartphone di fascia media, il Cubot X20 Pro che, provvisto di un processore MediaTek con intelligenza artificiale, vanta anche una fotocamera posteriore simil iPhone 11 decisamente promettente.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 11 settembre 2019, alle ore 20:28

Mi piace
6
0
Cubot X20 Pro: il mediogamma che stupisce per fotocamera e intelligenza artificiale

Cubot, brand cinese manifestatosi di recente con un elegante entry level, torna nell’area della telefonia mobile con un nuovo modello, il Cubot X20 Pro (a sua volta affiancato dalla variante X20, con processore Helio P23, 4 GB di RAM e 64 GB di storage), volto a solleticare le ambizioni dei novizi della fotografia, grazie al contributo dell’intelligenza artificiale.

Forse ispirato dai recenti iPhone 11, il Cubot X20 Pro, provvisto di due scocche vitree curve ai bordi (2.5D), presenta sul retro un (ben più affinato) bumper volto a contenere, oltre al Flash LED, i sensori della triplice fotocamera: tra questi, quello ultragrandangolare (125°) da 8, è posto sopra quello standard da 12 (Sony IMX486, con messa a fuoco via rilevamento fasico), a sua volta posto a lato di quello per la profondità, da 20 megapixel (Sony IMX350).

Frontalmente, invece, un LCD IPS da 6.3 pollici, con risoluzione FullHD+ (407 PPI, contrasto 1300:1, luminosità 450 nits, 90% sulla scala colore NTSC) estesa su un aspect ratio da 19.5:9, guadagna il 92.5% dello screen-to-body grazie a un delicato notch a V, nel quale campeggia la selfiecamera, con Face ID, da 13 megapixel (Sony IMX214).

All’interno, confermati 6 GB di RAM e 128 GB di storage (espandibile), assieme alla GPU Mali G-72 MP3, coopera col processore octacore (2.0 GHz) Helio P60, provvisto di intelligenza artificiale messa al servizio del comparto fotografico.

In particolare, nel caso della selfiecamera, ciò avviene riconoscendo il soggetto per sesso, ed applicando i filtri bellezza FaceCute, o sfocando lo sfondo nell’effetto Ritratto mentre, sulla tripla postcamera, le foto beneficiano dell’Ai nel riconoscimento di 16 categorie (con setting automatici), nelle foto in ambienti bui (fondendo scatti a diversa esposizione, con riduzione del rumore), ottenendo foto grandangolari spettacolari e, quanto ai video, applicando la modalità bellezza in tempo reale.

A degno completamento della scheda tecnica del sottile (8.1 mm) Cubot X20 Pro, concorrono anche il Dual SIM con 4 G globale, il Wi-Fi n dual band, il Bluetooth 4.0, il GPS (BeiDou, Galileo, Glonass), ed una maxi batteria, da 4.000 mAh, caricata via Type-C, capace di garantire 347 ore di stand-by, tradotte in più realistiche 106 ore di riproduzione musicale, 28 ore di chiamate, 8.7 ore di riproduzione video, e 6.2 ore di gaming impegnativo (es. a PUBG).

Animato da Android Pie 9.0 senza bloatware, quasi stock quindi, il Cubot X20 Pro può essere pre-ordinato, nelle colorazioni oro rosa, nero, blu marino, al prezzo di circa 164 euro, mettendo in conto le spedizioni (gratuite) calendarizzate verso l’Italia per la prossima settimana.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non so decidermi sul Cubot X20 Pro. A parte l'estetica, davvero bella e, secondo me, meglio resa sul posteriore di quanto abbia fatto Apple con gli iPhone 11, alcune scelte mi sono difficili da capire: perché manca l'NFC e uno scanner fisico d'impronte? Eppure, non fosse per questi compromessi, che certo mantengono basso il prezzo, non vi sarebbe nulla da lamentarsi sulla fluidità operativa, sulle funzioni smart, e nemmeno sul comparto fotografico che, assieme a un notevole grandangolo, attenziona la profondità con un sensore da 20 megapixel, e non con uno dei soliti, miserrimi, 2 megapixel!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!