Iscriviti

TCL: ufficiali le smart TV QLED C71 e C81 con Android TV a lungo supporto

Completando, per il momento, il proprio assortimento di smart TV QLED per il 2020, il brand cinese TCL, leader del settore televisivo, ha presentato in streaming due nuove serie di apparecchi televisivi QLED 4K HDR animati da Android TV.

Hi-Tech
Pubblicato il 8 maggio 2020, alle ore 00:31

Mi piace
8
0
TCL: ufficiali le smart TV QLED C71 e C81 con Android TV a lungo supporto

Nel corso di un evento tramesso in diretta streaming, il colosso cinese TCL, da qualche tempo presente anche nel settore telefonico, è tornato al suo primo amore, quello delle TV, per le quali è noto in tutto il mondo, con la presentazione delle nuove serie di QLED TV C71 e C81 che, nel listino del costruttore (subito disponibili online da domani, mentre per i negozi fisici toccherà aspettare Giugno), costituiranno le alternative più accessibili alla prima TV con risoluzione 8K del brand, la X10.

Le smart TV C71 e C81, dotate di design slim senza cornici, con perimetro in alluminio e stand centrale a due (nei C71) o tre piedi (nella sola serie C81), montano pannelli basati sulla tecnologia dei nanocristalli semiconduttori, commercialmente nota come QLED, con risoluzione Ultra HD e supporto, lato imaging, ai principali standard HDR (HDR10, HLG, HDR10+, Dolby Vision): la presenza dell’intelligenza artificiale TCL AI-IN, dedicata all’upscaling, migliora la qualità visiva ed acustica, con i gamers che trarranno particolare giovamento dal un input lag pari ad appena 8 ms. Lato audio, è presente il ricorso al Dolby Atmos, per un’esperienza domestica simile a quella dei cinema. 

Già dotate del supporto a Chromecast, di quello ai comandi vocali per Assistant (via microfono presente sul telecomando) e (via dispositivi compatibili) per Alexa, provviste della funzione T-Cast (per usare lo smartphone anche come telecomando), le nuove serie QLED di TCL saranno out-of-the-box con Android TV a base Pie 9, ma verranno aggiornate sino al 2022, arrivando quindi ad Android 12, con trimestrali update per sicurezza e nuove funzioni (tra cui l’impiego del software Calman per la calibrazione automatica dei colori, ed i comandi vocali in italiano per Google Assistant).

Similitudini a parte, la serie TCL C71 mette in campo pannelli previsti in varie diagonali (50” a 599 euro, 55” a 699 euro, 65” a 999 euro) senza local dimming e con 400 nits di luminosità, curando l’emissione sonora in virtù di altoparlanti integrati ottimizzati per il Dolby Atmos. Su uno step superiore, infine, si colloca la serie TCL C81, sempre prevista in varie diagonali (55” a 799 euro, 65” a 1.199 euro, 75” a 1.699 euro) che, pur condividendo molte specifiche con la serie precedente, migliora la qualità delle immagini e del suono.

Nel primo caso, i modelli C81 da 75 pollici potranno stabilizzare le scene d’azione mediante la tecnologia “Motion Clarity PRO” (avendo come risultato immagini sempre nitide), con il “MEMC” (Motion Estimation/Motion Compensation) che renderà più fluidi i filmati introducendovi dei frame intermedi simulati: nei modelli più piccoli, da 55 e 65 pollici, invece, vi sarà un refresh rate a 100 Hz. Sul versante sonoro, invece, giunge in dote ai QLED C81 un impianto speaker 2.1, curato dalla nipponica ONKYO

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La strategia di TCL è chiara: mettendo da parte il prestigioso modello X10, il colosso cinese punta ad offrire feature e tecnologie premium in prodotti di fascia media, rendendo quest'ultima più appetibile, posto che costringerà a ben poche rinunce pur di poter disporre di un’esperienza da home cinema. I prezzi, nel complesso, sono adeguati, anche per i 75'', ma occorre verificare sul campo l'effettiva efficacia delle migliorie da software, ottenute via algoritmi AI.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!