Iscriviti

Philips OLED+ 935: a IFA 2020 arriva la TV smart premium, con soundbar B&W

Nel corso di un ulteriore annuncio, Philips è finita nuovamente sugli scudi, a IFA 2020, grazie alla presentazione (da parte di TP Vision) della nuova serie di smart TV OLED+ 935, con pannelli da 48 a 65'', UHD, e soundbar dedicata, curata da Bower & Wilkins.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 settembre 2020, alle ore 09:06

Mi piace
8
0
Philips OLED+ 935: a IFA 2020 arriva la TV smart premium, con soundbar B&W

Dopo essersi concentrata speaker e soundbar, oltre ad auricolari e cuffie, mettendo a frutto il know how di Philips Sound, TP Vision, licenziataria del marchio olandese, ha presentato a IFA 2020, per conto di Philips TV, la serie di televisioni intelligenti Philips OLED+ 935.

Concepita nelle diagonali da 48, 55, e 65 pollici, la serie Philips OLED+ 935 adotta pannelli LG risoluti in UHD con profondità di colore a 10 bit e refresh rate tra 100 e 120 Hz (ciò, in tandem con l’Auto Low Latency Mode sull’ingresso HDMI 2.1 risponde alle esigenze dei gamers): le immagini, negli standard HDR (HDR10/HDR10+, HLG, Dolby Vision e, per gli ambienti luminosi Dolby Bright Mode), vengono ulteriormente migliorate dalla 4a gen. del processore grafico P5 AI+ e dal suo coprocessore neurale secondo varie tipologie d’intervento. 

Nello specifico, nella serie Philips OLED+ 935 è possibile attivare una funzione “anti-burn-in” che, riconoscendo nell’immagine degli elementi statici (es. i loghi), abbassa la luminosità delle zone in questione, evitando che i pixel si “brucino”, lasciando impressi gli elementi in questione sui pannelli OLED. I puristi della riproduzione filmica a 24 fps apprezzeranno la Filmmaker Mode, che disabilita le correzioni delle smart TV per restituire l’opera cinematografica così come ideata dal regista, ma è possibile comunque ricorrere al Pure Cinema (si ottiene un segnale a 120 Hz, partendo dai consueti 24 fps, e ripetendo ogni frame per 5 volte), o al Movie motion (incremento dei dettagli, senza incorrere nell’effetto “soap opera”, che si verifica quando si modifica troppo la fluidità originale di una pellicola).

Anche la modalità Ambilight, in questo caso su tutto il perimetro, contribuisce al coinvolgimento visivo, con le luci a LED che riproducono (anche nel resto della stanza, ricorrendo all’estensione delle lampadine smart Philips Hue) i colori delle scene principali di quel che è riprodotto a schermo.

Sul piano sonoro, è presente una soundbar ad hoc, a 3.1.2 canali, da 70W, in cui spiccano due altoparlanti Dolby Atmos Elevation rivolti verso l’alto, per un suono 3D, e un Tweeter-on-Top, montato sulla piastra metallica (come nelle casse Diamond 800 di Bower & Wilkins, che ha curato la soundbar in questione), dedicato a esaltare i dialoghi. Sempre sul piano sonoro, gli incontentabili possono ricorrere all’apposita uscita per collegare un subwoofer esterno extra, o far ricorso alla tecnologia multi-room DTS Play-Fi.

A livello di tecnologia elaborativa, le smart TV Philips OLED+ 935 adottano un processore MediaTek MT5587 con 3 GB di RAM e uno storage, da 16 GB, dedicati anche ad ospitare il sistema operativo Android TV, a base Pie 9.0: quest’ultimo consente di beneficiare di Chromecast, del Play Store, ma anche di Assistant (richiamabile dal telecomando) mentre – per inoltrare i comandi ad Alexa – occorre uno speaker compatibile. 

Distribuiti nel Bel Paese da Audiogamma, gli apparecchi televisivi della gamma OLED+ 935 di Philips saranno prezzati, a seconda della diagonale scelta e, precisamente, a 3.799 euro per il modello da 65”, 2.799 euro per quello da 55” e 2.299 euro per quello da 48”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La serie OLED+ 935 di Philips appare completa sotto ogni punto di vista, e non solo per le tante diagonali proposte: la qualità dell'immagine, migliorata ma non stravolta, si sposa a un audio all'altezza degli appassionati del cinema, grazie a una soundbar dedicata, curata da B&W con, in più, l'opzione del multi-room. Ottimo l'hardware, che conta su 3 GB di RAM, con gli annessi vantaggi dell'adottare Android TV e non un OS proprietario meno diffuso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!