Iscriviti

Philips: a IFA 2020 è tempo di soundbar e speaker premium

Nel corso dell'evento dedicato all'audio, a IFA 2020 Philips ha alzato il sipario, nell'ambito del Wireless Home System per l'audio wireless di elevata qualità, su vari dispositivi premium (soundbar e speaker), compatibili con l'idea di output multi-room.

Hi-Tech
Pubblicato il 2 settembre 2020, alle ore 09:18

Mi piace
7
0
Philips: a IFA 2020 è tempo di soundbar e speaker premium

Ad IFA 2020, Philips (attraverso la licenziataria olandese TP Vision), oltre a vari dispositivi per l’ascolto individuale, ha attenzionato anche l’intrattenimento sonoro domestico, attraverso la presentazione delle soundbar Philips della serie Fidelio B97/B95, di complemento all’inedita gamma 8000, e degli speaker W6505 e W6205.

Philips Fidelio B97 (certificato IMAX Enhanced) è un modello slim con, al suo interno, la bellezza di 17 driver, per una potenza d’emissione pari a 500 watt, nell’ambito di un sistema a 7.1.2 canali: nello specifico, nel novero del totale, un paio di driver sono diretti al centro, altri due verso il basso, un paio di Dolby Atmos Elevation da 2,5” guardano in alto, mentre altri due driver si occupano dei lati, ed entrano in funzione solo se le estremità, che si occupano dei canali destro e sinistro, vengono staccate diventando altoparlanti wireless. 

Esaltata la sonorità avvolgente anche grazie al supporto verso gli standard Dolby ATMOS e DTS:X, ed ottemperato alla pienezza del sound attraverso un subwoofer wireless da 250W inclusivo di un driver da 8” dedicato ai bassi (stanti le frequenze da 35 Hz), la soundbar Philips Fidelio B97 può essere controllata dai concierge virtuali Alexa e Assistant, oltre che via app Philips Sound, connettendosi alle fonti sonore sia fisicamente, dalle due porte HDMI 2.1 presenti, che senza fili, passando per l’AirPlay 2 e il Bluetooth.

Privo del surround on demand, la soundbar Philips Fidelio B95 è un sistema a 5.1.2 canali da 450 watt che, pur riducendo i driver a 14, non fa a meno delle due unità Dolby Atmos Elevation direzionate verso l’alto, e del subwoofer 240 wat, con driver da 8 pollici, per i bassi coperti sino a 35 Hz. 

Appena sotto la fascia premium, inizia quella alta della nuova serie delle (5) soundbar 8000, che vanno dall’apripista B8205 (a 2.1 canali, da 120 watt) alla verticistica B8905 (completa di tutto punto, visto il canale audio avanzato di ritorno, il subwoofer wireless, la natura di sistema a 3.1.2 canali comprensivo dei driver Dolby Atmos Elevation per l’audio 3D, e gratificante, stante la potenza di 360 watt). 

Passando agli speaker, il noto brand dei Paesi Bassi ha schierato i modelli W6505 (da 80W) e W6205 (da 40W), accomunati dalle connettività AirPlay 2, Chromecast, Bluetooth, dall’innovativa tecnologia DTS Play-Fi per l’audio multi-room wireless premium (nell’ambito del Wireless Home System), dal supporto alle proprie playlist via Spotify Connect (con altri servizi gestiti via app Philips Sound), da una particolare attenzione alle basse frequenze (esaltate dai driver proprietari multi-sospensione WOOX).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La crescente attenzione di Philips verso il mondo delle soundbar e degli speaker Bluetooth testimonia la volontà di rispondere a un'esigenza, destinata a crescere, di intrattenimento domestico di alta qualità, tanto più che non si ha notizia di concerti cui poter partecipare, causa coronavirus. In tal senso, è comprensibile come, tra fascia premium e alta, per soundbar e speaker, Philips abbia deciso di puntare sempre molto in alto, a IFA 2020.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!