Iscriviti

Lemur Pro: ufficiale il notebook Linux based con autonomia monstre

Quasi inatteso, visto l'assenza di rumors a riguardo, è divenuto ufficiale l'ultimo portatile, con software open source, di System 76, rappresentato dal nuovo Lemur Pro, accreditato di un'autonomia decisamente impressionante, oltre che di performance notevoli.

Hi-Tech
Pubblicato il 26 marzo 2020, alle ore 00:29

Mi piace
8
0
Lemur Pro: ufficiale il notebook Linux based con autonomia monstre

Da qualche tempo, il mondo dell’informatica Open Source sta guadagnando una certa visibilità, rispetto a quello closed di Windows o macOS, come dimostrato dalle recenti presentazioni di Tuxedo Computers (Kubuntu FocusInfinityBook Pro 15) e di System76 (Galago Pro e Darter Pro). Proprio quest’ultima azienda, nelle scorse ore, ha annunciato (con arrivo ai principi di Aprile) il nuovo laptop Lemur Pro.

Lemur Pro (32.1 × 21.6 × 1.55 cm, per 0.99 kg) spicca innanzitutto per l’autonomia, garantita dalla batteria, pari a 73 Wh, agli ioni di litio: quest’ultima, infatti, permette di programmare su WIM per 21 ore, di leggere la Wikipedia per 16 ore, di guardare tutto il Signore degli Anelli per 10 ore prima di dover metter mano al caricatore da 65W

Nonostante tale autonomia, le specifiche del Lemur Pro non sono al risparmio. Il display, sul quale campeggia una webcam HD da 720p, è un LCD IPS da 14.1 pollici risoluto in FullHD: sempre sul versante multimedia si annoverano gli speaker stereo, ed il combo jack per microfono e cuffia. Di rimpetto, ai lati del corpo macchina con tastiera retroilluminata e ampio touchpad con supporto al multitocco, sono presenti varie porte, come il lettore di microSD, l’HDMI, una Type-C 3.1 (con DisplayPort e Power Delivery), due USB Type-A 3.0, e l’aggancio antifurto Kensington. 

Sotto il “cofano” operano, in attesa di processori AMD, che verranno presi in considerazione, processori Intel di 10a generazione, quadcore a 8 threads, con grafica Intel UHD integrata: nella fattispecie, si potrà scegliere tra l’entry level i5-10210U (da 1.099 euro) e il top i7-10510U: la RAM, di tipo DDR4, arriverà sino a un massimo di 40 GB, mentre quota 8 TB, suddivisi in 2 SSD M.2 da 4 TB cadauno, potrà toccare lo storage

Presente un Open Firmware customizzato, per il sistema operativo il Lemur Pro adotterà Linux Ubuntu (18.04 a lungo supporto e 64 bit), o l’OS proprietario Pop!_OS (un fork di Linux, 19.10 a 64-bit o 18.04 a 64 bit LTS).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il portatile Lemur Pro non lesina in potenza, anche se manca di una scheda grafica dedicata: nel complesso adotta memorie RAM discretamente veloci, senza porsi alcun problema quanto a storage, veloce e capiente. L'autonomia, secondo quanto dichiarato dall'azienda, potrebbe davvero battere diversi record secondo quanto concesso dalla maggior parte dei notebook in circolazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!