Iscriviti

Honor Band 6: ufficiale la smartband che sembra quasi uno sportwatch

L'atteso evento a marchio Honor si è da poco concluso, col sotto marchio di Huawei che ha colto l'occasione per dare un successore alla Honor Band 5 del Dicembre 2019, attraverso la nuova Honor Band 6, in grado di competere con un normale smartwatch.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 novembre 2020, alle ore 18:54

Mi piace
5
0
Honor Band 6: ufficiale la smartband che sembra quasi uno sportwatch

Nonostante siano passati pochi giorni dal relativo upgrade, è da poco più di un anno che Honor, spin-off low cost di Huawei, non presenta un vero e proprio nuovo wearable: il tempo si è rivelato maturo, quindi, per concretizzare quella che, nelle scorse ore, grazie all’analisi di Huawei Health, era nota col nome in codice di “Aragorn” e che, alla fine, si è concretizzata nell’inedita Honor Band 6.

Honor Band 6, contraddistinta da una cassa (43 x 25,4 x 11,45 mm) impermeabile (sino a 5 atmosfere) in leggera (18 grammi) plastica, rivestita frontalmente da un vetro leggermente curvo 2.5D, con un pulsante fisico a destra, ed il consueto cinturino in silicone, grazie all’ottimizzazione delle cornici, che assicura il 64% di screen-to-body al display (accresciuto del 148% rispetto al predecessore), da 1.47 pollici, risoluto in 197 x 368 pixel, sembra quasi uno smartwatch (in stile Watch Es) poco più compatto.

Il dorso, come di consueto, ospita (anche a favore del tracciamento delle 10 attività sportive supportate) il cardiofrequenzimetro, che grazie alla tecnologia TrueSeen 4.0 rileva financo la saturazione dell’ossigeno nel sangue ed eventuali aritmie (con tanto di segnalazione della fibrillazione atriale), mentre la tecnologia TrueSleep 2.0 si occupa del monitoraggio del sonno: in tal modo vengono ottenuti dati utili persino a stimare lo stress, oltre che il proprio stato di forma. In relazione alle donne, invece, è presente, in ambito salutistico, il calcolo ed il monitoraggio del ciclo mestruale.

Ovviamente capace di ricevere le notifiche da smartphone, in ragione del Bluetooth 5.0, la Honor Band 6 dispone, in alcuni mercati (tra cui quello cinese), dell’NFC che, abbinato alla piattaforma Huawei Pay, permette in alcuni casi il pagamento sia nei negozi che dei mezzi di trasporto pubblici. La batteria inclusa ammonta a 180 mAh e, secondo le misurazioni fornite dall’azienda, è in grado di assicurare idealmente sino a 14 giorni di autonomia, anche adoperando l’assistente vocale, prima di ricorrere alla ricarica tramite pad magnetico: in ogni caso, grazie al fast charge, la Honor Band 6 recupera 2 giorni di uso in appena 5 minuti di contatto energetico. 

Redatta in 3 colorazioni alternative, nero Meteorite Black, argento Seagull Grey, e rosa Coral Powder, la smartband Honor Band 6 (dopo i pre-ordini fissati per il 4 Novembre) arriverà in commercio per il giorno di single, ovvero l’11 Novembre prossimo, quando sarà prezzata a 249 yuan (circa 32 euro) per il modello “liscio”, ed a 289 yuan (pressappoco 37 euro) per quello con anche l’NFC. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo ammettere che la Honor Band 6 mi ha decisamente sorpreso: le smartband sono comode e, su questo, non c'è dubbio. Però, per visualizzare i contenuti, sono poco servibili: Honor sembra esserne consapevole e ha voluto tentare un'ibridazione tra il mondo degli smartwatch e quello delle smartband, con un risultato che, esteticamente, sembra molto riuscito, al netto delle inevitabili migliorie concrete alle funzionalità di tracciamento sportivo, del sonno, e della salute cardiaca.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

11 gennaio 2021 - 16:16:25

Globale a 35 dollari, circa 28 euro.

0
Rispondi