Iscriviti

CES 2022: novità per le smart TV anche da LG

La vigilia del CES 2022 ha visto scendere in campo, per le smart TV, anche LG che, dopo futuristici pannelli OLED trasparenti, ha previsto l'applicazione dei pannelli OLED evo in nuove serie di apparecchi televisivi smart, col sistema operativo webOS 22.

Hi-Tech
Pubblicato il 4 gennaio 2022, alle ore 16:23

Mi piace
1
0
CES 2022: novità per le smart TV anche da LG

Al CES 2022, al pari di Samsung, anche LG, già in attesa di fornire maggiori dettagli sugli OLED EX (che grazie al deuterio dovrebbero garantire un 30% di luminosità in più nelle TV di grandi dimensioni), ha annunciato novità in tema smart TV, dando un seguito alle serie A1, B1, C1, G1 e Z1 attraverso le nuove serie A2, B2, C2, G2 e Z2.

La serie G2, provvista di piedini opzionali nel caso non se ne vogliano ancorare al muro, a filo, grazie al Gallery Design, gli apparecchi, declinerà in varie diagonali (55/65/77/83/97 pollici) i pannelli OLED che, onde colmare i problemi di luminosità dei pannelli ad illuminazione auto-emettente, saranno del nuovo tipo evo già visto lo scorso anno. Un’ulteriore miglioria alla qualità visita sarà restituita (con tanto di dissipatore di calore) dalla funzione “Bringhtness Booster” (per un ulteriore contributo alla luminosità, sino a 1.000 nits in specifiche condizioni) portata in dote dal processore Alpha 9 di 5a generazione (in dote anche alla serie Z2 da 77 e 88”, anche con 8K), incaricato anche di migliorare le procedure di upscaling grazie all’uso di nuovi algoritmi per il machine learning e, nel complesso, la qualità dell’immagine via Dynamic Tone Mapping Pro.

Scongiurato l’affaticamento della vista contenendo l’emissione di luce blu (come da certificazioni Eyesafe e TÜV Rheinland), le smart TV LG G2 beneficeranno anche della funzione AI Sound Pro che, in ottica sound, assicurerà la resa di un effetto surround virtuale secondo lo schema a 7.1.2 canali. Ancora in tema di specifiche, vanno annoverate una porta HDMI 2.1 (48 Gbps), e il supporto, a beneficio dei gamers, delle funzioni di sincronizzazione AMD FreeSync e Nvidia G-Sync, dello streaming in 4K@120fps e delle piattaforme Stadia di Google e GeForce Now di Nvidia.

Discorso simile, compresa la risoluzione 4K, per la serie C2, che però è cadenzata nelle diagonali da 42/48/55/65/77/83 pollici, con la specifica evo assente dai tagli da 42 e 48 pollici, una luminosità di picco a 900 nits e l’assenza del Brightness Booster: ad accomunare le due serie in questione saranno anche le cornici, che ora sono di 6 mm contro i 10.2 dell’anno prima. Nel caso delle serie LG A2 (48, 55, 65, 77 pollici, priva di HDMI 2.1) e B2 (55, 65, 77 pollici), saranno di ruolo pannelli OLED normali e, quanto a processori, il “vecchio” Alpha 7 Gen 5.

Ad accomunare le nuove smart TV di LG, oltre al Dolby (Vision e Atmos) e alla modalità Filmmaker, sarà il sistema operativo WebOS 22, con profili individuali nella gestione multi-utente, un migliorato Game Optimizer, l’eloquente modalità sport gaming, l’NFC Magic per un facile mirroring dei contenuti dallo smartphone, il Dark Room Mode (autosetting dei parametri di visione se durante un gioco si spengono le luci della stanza), il Room To Room Share per convididere da una TV all’altra i contenuti del satellite o del decoder senza necessità di un ulteriore set-top-box, il supporto allo standard Matter che trasforma le TV in hub per la domotica (ad es. per controllare termostati e luci smart).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male: certo che LG, a ogni giro di CES, non si risparmia quanto a novità in fatto di smart TV: i miglioramenti ci sono stati anche quest'anno, specie su alcune serie, che possono vantare un processore più aggiornato e i pannelli OLED Evo. Per quelli EX ci vorrà del tempo, perché dovrebbero esser prodotti dal secondo trimestre di quest'anno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!