Iscriviti

Stati Uniti: in redazione arriva la terribile notizia e la giornalista non riesce a trattenere le lacrime

L'amministrazione Trump ha dato il via ad alcune strazianti manovre previste nel suo programma: quando in redazione arriva la notizia di ciò che sta accadendo al confine scoppia in lacrime

Esteri
Pubblicato il 21 giugno 2018, alle ore 11:51

Mi piace
0
0
Stati Uniti: in redazione arriva la terribile notizia e la giornalista non riesce a trattenere le lacrime

E’ impossibile restare indifferenti di fronte a notizie che non riguardano la politica, non riguardano gli Stati Uniti, non riguardano nemmeno Trump: si tratta di notizie che riguardano solo ed esclusivamente la dignità umana che, giorno dopo giorno, alcuni uomini stanno cancellando per lasciare spazio a rancori, odio ed emozioni negative.

Non è riuscita a trattenere le lacrime nemmeno la famosa giornalista televisiva americana di MSNBC, Rachel Maddow. Mentre stava conducendo lo show nella fascia notturna, è arrivata la notizia che rivelava la predisposizione da parte dell’amministrazione Trump di gabbie per i bambini che sarebbero stati separati dai rispettivi genitori al confine degli Stati Uniti.

Sembra, infatti, certo che l’amministrazione del governo Trump abbia già aperto ben 3 centri di detenzione speciale per “accogliere” i bambini che nelle ultime settimane sono stati separati con la forza dai propri genitori sul fronte Stati Uniti – Messico.

In questi centri verranno detenuti solo i bambini in età prescolare, sostanzialmente i più piccoli tra gli oltre duemila bambini che non potranno rivedere gli occhi dei propri genitori.

“Oh, è incredibile”, sono queste le poche parole che la giornalista, in lacrime, è riuscita a dire prima di fermarsi più e più volte per la voce rotta dalla rabbia e dall’emozione. “Mi scuso per quello che è successo. Non è il modo in cui intendevo farlo”, ha poi commentato Maddow.

Altrettanto sgradevole è stato il gesto di Donald Trump durante una conferenza. L’uomo, infatti, ha offeso con commenti a sfondo razziale un’esponente di un gruppo di nativi americani definendola “Pocahontas”.

Una caduta di stile che Trump regala in quasi tutte le sue manifestazioni pubbliche ed un atteggiamento, il suo, che sta letteralmente facendo preoccupare  governi di tutto il mondo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!