Iscriviti

Papa Francesco scrive alla diocesi di Parigi a 4 mesi dall’incendio della cattedrale di Notre-Dame

La solennità dell'Assunzione di Maria, 15 agosto, è occasione per rinnovare la vicinanza del Papa ai fedeli di Parigi segnati dall'incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame il 15 aprile 2019.

Esteri
Pubblicato il 17 agosto 2019, alle ore 12:52

Mi piace
7
0
Papa Francesco scrive alla diocesi di Parigi a 4 mesi dall’incendio della cattedrale di Notre-Dame

Nell’occasione della solennità dell’Assunzione di Maria, Papa Francesco si è fatto vicino ai fedeli della diocesi di Parigi, inviando un messaggio all’arcivescovo, mons. Michel Aupetit, in cui li invita ad essere “costruttori di una nuova umanità radicata in Gesù Cristo”.

Sono passati quattro mesi esatti da quel pomeriggio del 15 aprile, quando un grave incendio che ha distrutto la cattedrale di Notre-Dame, a Parigi punto di riferimento per la devozione e la preghiera di molti fedeli.

Il messaggio del Papa

La diocesi parigina quest’anno si è data appuntamento sul ponte Saint-Louis e da qui ha iniziato la tradizionale processione del 15 agosto per onorare la Vergine Maria. In centinaia, pregando il rosario e cantando Ave Maria, si sono avviati verso la chiesa di Saint-Sulpice. Qui mons. Michel Aupetit, arcivescovo di Parigi, ha presieduto la Messa. Durante la celebrazione, come ogni anno avviene dal 10 febbraio 1638, l’arcivescovo di Parigi ha rinnovato “il voto” del re Luigi XIII, di consacrazione della Francia a Maria.

Papa Francesco ha colto l’occasione di questa solenne celebrazione per inviare un messaggio ai partecipanti, “a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin“, si legge in vaticannews.va.

Nelle sue parole, il Papa esprime e assicura “la sua vicinanza spirituale”.  Papa Bergoglio ricorda che Maria come ogni una vera madre sta accanto ai propri figli: “Maria cammina con noi, lotta con noi e diffonde instancabilmente la prossimità dell’amore di Dio. Condivide la storia di ciascun popolo che ha ricevuto il Vangelo e fa ormai parte della sua identità storica”.

Nel suo messaggio il Papa esprime l’invocazione a Dio perché per l’intercessione di Maria la ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame, “gioiello architetturale”, diventi un segno forte di rinascita e di rivitalizzazione della fede nei fedeli. I credenti rinati nella fede in Cristo grazie a Maria, colmi di speranza, la riverseranno nelle loro famiglie, e comunità e, là dove essi vivono, saranno “costruttori di una nuova umanità radicata in Gesù Cristo”. A leggere le parole del Papa, al termine della messa, è stato il rettore della cattedrale, mons. Patrick Chauvet.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che le parole del Papa siano pietre che ricostruiscono il vero tempio a Maria. Il "gioiello architetturale" dovrebbe esprimere il meglio che c'è nel cuore di ogni fedele: la fede, la speranza, la carità, virtù espresse dal Papa nel desiderio di rinascita dei fedeli che si esprime poi nella vita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!