Iscriviti

India, nasce con una malattia rara e la madre la rifiuta: non la voglio, è una maledizione

Partorisce una bambina affetta da una sindrome molto rara: la ittiosi arlecchino. La mamma non la vuole tenere con sé e rivela che per la sua famiglia questa nascita è una maledizione.

Esteri
Pubblicato il 27 marzo 2019, alle ore 14:05

Mi piace
2
0
India, nasce con una malattia rara e la madre la rifiuta: non la voglio, è una maledizione

In India, una bambina nata prematuramente è affetta da una sindrome molto rara, chiamata ittiosi arlecchino (come quella che affligge, sin dalla nascita, Mui Thomas). Questa malattia fa che si che la pelle di chi ne è affetto cresca 7 volte più velocemente del normale. La mamma al momento preferisce restare anonima, ed ha dato alla luce la bambina all’interno di un ospedale del governo, sito nel distretto di Patna, nel Bihar (India orientale). La madre si è subito rifiutata di tenerla e, in secondo momento, ha deciso invece di portarla a casa, ma ha comunque riferito di non volerla tenere.

Genitori traumatizzati: ‘È una maledizione

I genitori della bambina nata prematuramente hanno rivelato che questa per loro è una maledizione. La mamma ha dichiarato di non avere idea di come questo sia potuto accadere, e che lei e la sua famiglia sono completamente sconvolti da quanto accaduto. La piccola, nata nel fine settimana, purtroppo ha ben poche probabilità di sopravvivenza. La donna ha poi aggiunto che non vedeva l’ora di diventare madre di un bambino o una bambina sana.

Dopo poche ore dalla nascita, sono stati diversi i curiosi che si sono riversati nell’ospedale per vedere la bambina. All’ingresso della struttura, si era creata una grande folle, tanto che i medici sono stati costretti ad intervenire per mandare via tutti. Secondo quanto riferiscono i media, la bimba sarebbe nata a 32 settimane anzi che 36.

La piccola potrebbe non sopravvivere a lungo

In base a quanto hanno riferito i medici, infatti, la bambina ha ben poche probabilità di sopravvivenza, dato che nessuno degli organi nel suo corpo si è sviluppato correttamente. In questi casi infatti, la possibilità di sopravvivenza è solo di uno su un milione. Il dottor Chaudhary ha riferito che, durante la consegna della nascitura ai genitori, non c’è stato alcun problema e che la bambina piangeva normalmente, come tutti i bambini. Appena nata pesava 2.5 Kg. Negli scorsi giorni, è stato mandato uno specialista a casa dei genitori, che hanno trovato la piccola mentre beveva il latte.

I genitori sono stati comunque indirizzati vero il Patna Medical College and Hospital. In India questo sembrerebbe essere il secondo caso di ittiosi arlecchino. Il primo caso si è infatti verificato lo scorso anno a giugno, al Lata Mangeshkar College and Hospital di Nagpur. In questo primo caso, il bambino è sopravvissuto soltanto due giorni. Come spiega il dottor AA Hai di Patna, i bambini con questa malattia sono soggetti ad infezioni perché la loro pelle non è in grado di proteggerli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonella D'amico

Antonella D'amico - Questa sindrome è veramente molto rara, per cui i genitori potrebbero essersi spaventati in un primo momento, dopo aver saputo della malattia della piccola. La bambina, comunque, non ha una grande aspettativa di vita e, dunque, sarebbe giusto garantirle tutte le cure necessarie e l'affetto di cui una neonata ha bisogno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!