Iscriviti

Giornata mondiale della gioventù: amare come Gesù ci ha amato, il sogno di Papa Francesco

Nella Cinta Costera, al Campo Santa Maria La Antigua, è avvenuto il primo incontro di Papa Francesco con i 250 mila giovani già giunti in Panama per la Gmg. Altri giovani sono attesi per sabato e domenica.

Esteri
Pubblicato il 25 gennaio 2019, alle ore 14:30

Mi piace
12
0
Giornata mondiale della gioventù: amare come Gesù ci ha amato, il sogno di Papa Francesco

Il primo incontro di Papa Francesco con i 250 mila giovani, a Panama, per la 34ma Gmg è avvenuto nella Cinta Costera, in un clima di festa a testimonianza che il sogno “scorre nelle nostre vene e fa trasalire il cuore”, ha detto il Papa ai giovani. Un sogno che ben si comprende nelle parole d’addio di Gesù ai suoi discepoli, conosciute nel comandamento nuovo: “Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli”.

La Gmg è solo all’inizio, ma Papa Francesco già illumina il “dopo” Gmg, tempo in cui la gioia potrebbe spegnersi e, per questo, ha invitato i giovani a mantenere vivo il sogno che ci rende fratelli. In qualsiasi luogo ci troveremo a vivere, abituiamoci a guardare in alto e a rivolgerci al Signore con queste parole: “insegnami ad amare come tu ci hai amato”.

La cerimonia d’apertura

Per me si compia la tua parola”, è l’Inno mariano della Gmg 2019. Voci e colori si sono trasformati in musica ieri pomeriggio, 24 gennaio, in Campo Santa Maria La Antigua, mentre i giovani ripetevano nel sì di Maria il loro sì ad essere pellegrini nel mondo oltre i timori e le paure perchè discepoli e testimoni dell’amore.

Il saluto al Papa da parte di monsignor José Domingo Ulloa Mendieta, arcivescovo di Panama, aveva il tono del grazie per aver scelto il Panama per la Gmg, facilmente escluso da queste giornate intense e significative a causa della povertà, opportunità per scoprire che i giovani panamensi “sono i principali protagonisti nel rinnovamento della Chiesa e della società”.

La cerimonia è continuata con il rito d’accoglienza del Papa da parte di 5 giovani rappresentanti i cinque continenti: intanto, le bandiere di tutto il mondo sfilano. Un gruppo di atleti panamensi, in abito tradizionale, ha portato in dono al Papa una stola bianca in mola, una tela artigianale realizzata dagli indios Gunas. È seguita poi la processione al palco, dove era stata collocata la Croce della Gmg e l’Icona di Maria Salus Populi Romani.

Le parole del Papa

Papa Francesco ha invitato i giovani a rimanere aperti allo Spirito per risvegliare la giovinezza della Chiesa, a non chiudersi alle differenze, anzi a diventare maestri di una nuova cultura dell’incontro. Il punto centrale della riflessione del Papa è stato il tema dell’amore, che ogni cristiano è chiamato a vivere, come il Maestro. In filigrana si percepiva, nelle sue parole, l’Inno alla Carità di San Paolo. Chi crede che questo sogno, chiamato amore, sia possibile, ripete le parole di Maria “Per me si compia la tua parola”, e va.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che queste giornate riescano a far intuire la gioia e la forza della chiamata cristiana, a volte vissuta nel silenzio della quotidianità. Sapere che non si è soli a credere in un sogno aiuta ad andare avanti con entusiasmo oltre i giorni della Gmg. Molto belle le parole del Papa, capaci di risvegliare la speranza in un mondo migliore...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!