Iscriviti

Edimburgo, donna scopre di avere un tumore al seno in un museo

Durante un'attrazione in un museo del Regno Unito, una donna ha scoperto di avere un tumore al seno. Dalla visita è emerso che la formazione era allo stadio iniziale.

Esteri
Pubblicato il 23 ottobre 2019, alle ore 15:39

Mi piace
13
0
Edimburgo, donna scopre di avere un tumore al seno in un museo

Dopo la donna di trent’anni che, sempre nel Regno Unito, ha scoperto di avere un tumore al seno mentre allattava il suo secondo figlio, questa volta la prima diagnosi, quella che ha fatto scattare un meccanismo di esami specifici, è avvenuta in un museo. Bal Gil, che ha sconfitto il cancro, vuole lanciare il suo messaggio alle donne di tutto il mondo.

La donna, protagonista della storia a lieto fine, durante la visita al museo World of Illusions di Edimburgo, in Scozia, decide di provare una particolare attrazione che ha a che fare con il calore umano: dopo essere stata chiusa in una stanza con una fotocamera termica, è stato possibile notare le immagini che rappresentano il corpo cambiare colore a seconda della temperatura.

Durante tale esperimento, però, Bal Gil ha notato che un seno presentava sempre un colore diverso dall’altro. Una visita specifica ha dimostrato che l’anomalia era causata da un cancro.

Durante un’intervista alla BBC, la donna ha spiegato: “Una volta entrati nella stanza con la fotocamera termica abbiamo iniziato a muovere le braccia per vedere le immagini create. Facendo questo ho notato una “zona calda” nel mio seno sinistro, che nessun altro nella stanza aveva. Ho fatto una foto e ho continuato la visita al museo“.

Il medico, fortunatamente, ha dichiarato che il tumore era allo stadio iniziale ed è stato sufficiente trattarlo con l’intervento chirurgico, senza il bisogno di ricorrere alla chemioterapia o alla radioterapia.

Stando a quanto dichiarato all’emittente dal Direttore medico del servizio Nhs Lothian, che gestisce la sanità di Edimburgo, Tracey Gillies, la zona sarebbe risultata più calda perchè le cellule tumorali presentano un metabolismo molto più veloce di quelle sane. Già in passato erano state utilizzate le fotocamere termiche per rilevare la presenza di tumori, ma queste non avrebbero ancora dimostrato di rappresentare una prova definitiva nei test di screening.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - Una bella fortuna quella di Bal Gil, come si suol dire "trovarsi nel momento giusto al posto giusto". In questo caso la diagnosi ha rivelato un tumore nella fase iniziale, facilmente curabile, magari senza eseguire l'attrazione la semplice rimozione chirurgica non sarebbe stata sufficiente. Mi unisco allo scopo della donna, ripetendo che la prevenzione può davvero salvare la vita.

Lascia un tuo commento
Commenti
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

24 ottobre 2019 - 09:19:19

So che al sud c'e' un medico(non ricordo se privato o pubblico) che effettua esami al seno proprio con quel tipo di macchinario.. a mio avviso molto utile.

0
Rispondi