Iscriviti

Cassa integrazione e Coronavirus: ecco come funziona e dove controllare quando arriva il pagamento

Con lo scoppio dell’epidemia globale dovuta al Covid-19, molte attività produttive sono dovute ricorrere alla cassa integrazione. Analizziamo chi può ricevere la misura di sostegno prevista nel decreto Cura Italia e come verificare il pagamento.

Economia e Finanza
Pubblicato il 17 aprile 2020, alle ore 11:32

Mi piace
3
0
Cassa integrazione e Coronavirus: ecco come funziona e dove controllare quando arriva il pagamento

Con lo scoppio dell’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla diffusione del Coronavirus si sono creati i presupposti per l’attivazione della cassa integrazione in deroga. Questa è stata prevista in modo specifico all’interno del decreto “Cura Italia“. Il provvedimento ha validità di partenza dallo scorso 23 febbraio 2020 ed una durata massima corrispondente a 9 settimane, salvo eventuali proroghe decise dall’esecutivo con ulteriori decisioni che potrebbero arrivare nei prossimi giorni.

Le aziende che hanno subito gravi conseguenze dalla diffusione di Covid-19 possono quindi fare ricorso a questo strumento. Per i lavoratori si tratta di un’importante tutela, stante l’inevitabile chiusura o la riduzione d’attività attuate da moltissimi datori di lavoro. Rispetto alla situazione appena riportata, bisogna evidenziare che solo una parte della platea dei lavoratori destinatari della cassa saranno pagati in modo diretto dall’azienda o dai fondi speciali.

Molti fruitori del provvedimento riceveranno infatti la cassa direttamente dall’Inps. A tal proposito, i lavoratori si chiedono quando arriverà la cassa integrazione relativa a Covid-19 sul proprio conto corrente. Normalmente il pagamento della CIG avviene in circa 2-3 mesi di tempo dalla presentazione della domanda. Per quanto concerne però l’attuale situazione di emergenza, le ultime informazioni in arrivo dall’esecutivo parlano di una velocizzazione dei tempi, pertanto potrebbe essere possibile ricevere il pagamento già ad una trentina di giorni dalla richiesta.

Cassa Integrazione Coronavirus: ecco come controllare i dati sul pagamento in corso

Stante la situazione di grave disagio dovuta all’emergenza sanitaria, appare comprensibile che il governo abbia chiesto all’Inps di provare a velocizzare le tempistiche di pagamento della cassa integrazione, così come del resto è già avvenuto con la liquidazione delle pratiche relative al Bonus da 600 euro per i lavoratori autonomi.

I destinatari della cassa integrazione che attendono il pagamento dall’Inps possono comunque tenere sotto controllo la situazione accedendo alla propria area riservata tramite il codice fiscale ed il codice Pin, oppure utilizzando uno degli altri strumenti di riconoscimento (si pensi alla carta nazionale dei servizi – CNS). Una volta entrati nel fascicolo previdenziale, è possibile cliccare sul menù disponibile a sinistra nella dicitura “Prestazioni” e “Pagamenti”.

Qui verrà visualizzato l’importo erogato per la cassa integrazione e la data di disponibilità, mentre nelle note vengono indicati il periodo di riferimento e gli altri dati relativi all’integrazione salariale. Ovviamente, i dati saranno presenti non appena verrà elaborata la pratica: pertanto, il consiglio è quello di verificare periodicamente nel caso in cui non si ritrovi un riscontro durante i primi accessi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - La cassa integrazione in deroga prevista dal decreto Cura Italia rappresenta uno strumento fondamentale per moltissimi lavoratori, vista la chiusura generalizzata delle aziende operanti in tutti i comparti economici. Il lockdown ha infatti provocato il fermo dell’industria, del commercio e dei servizi, con evidenti riverberi sulla tenuta del sistema e quindi sui dipendenti. In casi come questi, la presenza del sostegno di welfare diventa fondamentale per garantire la continuità reddituale delle famiglie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!