Iscriviti

Bonus Inps da 600 euro da lunedì: ecco come funziona la procedura con Pin semplificato

L’Inps si prepara a raccogliere le domande per il bonus da 600 euro previsto all’interno del decreto Cura Italia varando una nuova procedura tramite PIN semplificato.

Economia e Finanza
Pubblicato il 27 marzo 2020, alle ore 11:51

Mi piace

L’Istituto pubblico di previdenza si prepara a ricevere le domande relative al bonus da 600 euro previsto con il decreto “Cura Italia”, una misura di welfare pensata per garantire un sostegno concreto ai lavoratori che vivono condizioni di precarietà e che si trovano a dover far fronte alla grave emergenza sanitaria ed economica dovuta allo sviluppo del Coronavirus.

In particolare, il provvedimento è pensato per le partite Iva, gli autonomi, i lavoratori agricoli, quelli del settore turistico e dello spettacolo. L’appuntamento con l’invio delle pratiche è atteso per il prossimo lunedì, quando sul sito dell’Inps diventerà possibile inviare le domande. Dall’ente si specifica inoltre che non sarà presente alcun “click day”.

Bonus da 600 euro: l’Inps vara la procedura con Pin semplificato

Fino ad oggi per poter usufruire dei servizi messi a disposizione dall’Inps era necessario ottenere il cosiddetto codice Pin dispositivo, il quale richiedeva una procedura complessa. In particolare, risultava necessario attendere la spedizione cartacea presso la propria residenza di una parte del codice. Vista la particolare situazione dovuta alla diffusione del Coronavirus, l’Inps ha quindi deciso di rendere operativa una procedura più snella, che potrà essere attivata anche tramite la richiesta di un Pin semplificato. Quest’ultimo verrà fornito direttamente attraverso un sms sul numero di cellulare del richiedente.

Ovviamente, la procedura semplificata resta disponibile solo per le pratiche legate al decreto “Cura Italia”, pertanto sarà riservata all’indennità professionisti e co.co.co, a quella degli autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO, a quella dei lavoratori stagionali del turismo e infine ai lavoratori del settore agricolo o dello spettacolo. Risulterà inoltre utilizzabile anche per richiedere il bonus destinato ai servizi di baby-sitting.

Rispetto a quanto appena evidenziato, resta in ogni caso sempre possibile procedere con l’inoltro delle domande attraverso l’utilizzo delle modalità di accesso ordinarie, ovvero avendo già richiesto in precedenza il Pin dispositivo. Nel frattempo, l’Inps si prepara ad aggiornare i propri sistemi di accesso e gestione delle pratiche online, in modo da rendere operativa nel breve termine una nuova procedura di riconoscimento a distanza.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!