Iscriviti

Vedovo 89enne si sente solo e chiama i carabinieri: "Venite, devo raccontarvi qualcosa"

La bellissima vicenda arriva da Torre Santa Susanna, in provincia di Brindisi. L'uomo ha poi spiegato che cercava solo compagnia in quanto si sentiva molto solo. Ha deciso di chiamare i carabinieri dopo aver visto un servizio in tv.

Cronaca
Pubblicato il 27 dicembre 2020, alle ore 16:31

Mi piace
1
0
Vedovo 89enne si sente solo e chiama i carabinieri: "Venite, devo raccontarvi qualcosa"

Durante il pranzo del 26 dicembre un anziano di 89 anni è rimasto solo a casa a Torre Santa Susanna, in provincia di Brindisi. Mentre guardava la televisione ha appreso la notizia di un’altra persona in difficoltà, che nel bolognese aveva chiamato i carabinieri il giorno di Natale per poter avere compagnia e fare con loro un brindisi. Nel caso brindisino l’uomo è vedovo da diverso tempo e i parenti non potevano andarlo a trovare per via delle restrizioni anti Covid imposte con il recente decreto legge. Per questo non ha perso tempo e ha composto il numero 112 chiamando i militari dell’Arma della locale stazione. 

Ricevuta la segnalazione da parte dell’anziano gli uomini in divisa si sono recati presso il domicilio indicato dall’uomo. L’anziano è stato molto contento di ricevere in casa i carabineri, che si sono anche sincerati delle sue condizioni di salute e se tutto fosse apposto. Il nonnino ha dichiarato al personale dell’Arma che il motivo della chiamata era molto semplice: si sentiva solo e voleva qualcuno che gli tenesse compagnia. Detto fatto, i militari si sono seduti con lui ed hanno intavolato una chiacchierata. 

La moglie deceduta due anni fa

Ai carabinieri di Torre Santa Susanna l’uomo ha raccontato le vicende più salienti della sua vita. Ha ricordato sua moglie, scomparsa circa due anni fa. Da quel momento l’89enne è rimasto solo, i famigliari vengono di tanto in tanto a fargli visita. Ma ciò appunto non è possibile con le nuove restrizioni. Essendo Natale, poi, è stato preso da un momento di profondo sconforto e per questo cercava qualcuno che potesse dargli calore umano

Tra l’altro lui stesso è stato un militare del 4° Reggimento Artiglieria di Mantova. Agli uomini in divisa l’uomo ha mostrato le foto che lo ritraggono impegnato nel servizio di difesa. Quando ha chiamato i carabinieri l’anziano ha attratto in casa i militari con una “scusa”, affermando che doveva raccontargli un episodio che gli era capitato da poco. In realtà gli stessi militari ci hanno messo poco a capire che si trattava di una persona che cercava solo aiuto e conforto.

Dopo una lunga chiacchierata il personale dell’Arma ha dovuto lasciare l’abitazione dell’uomo e tornare al servizio. L’anziano al termine della visita ha ringraziato di cuore i carabinieri. In questi giorni difficili dovuti alla pandemia molti anziani si stanno vedendo privati dei loro affetti più stretti e le forze dell’ordine sono sempre pronte ad intervenire nei loro confronti portando affetto e vicinanza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una vicenda tutta d'amore quella che arriva dalla provincia di Brindisi, l'ennesima che accade in questi giorni difficili di lockdown. Anche in questo caso l'89enne si sentiva solo e cercava qualcuno con cui parlare, e quindi non ha esitato a chiamare l'Arma. Questi episodi ci fanno capire di come le persone più anziane e fragili stiano soffrendo in questo periodo di pandemia. Fortunatamente le forze dell'ordine sono sempre pronte ad intervenire non solo in situazioni di emergenza o per far rispettare le restrizioni, ma anche per portare conforto e speranza ai più deboli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!