Iscriviti
Bologna

94enne rimane solo a Natale e chiama i carabinieri per un brindisi: "Non mi manca niente"

L'episodio si è verificato la notte della Vigilia di Natale ad Alto Reno, in provincia di Bologna. L'anziano era da solo in casa e cercava qualcuno con cui poter brindare, per cui ha chiamato i militari dell'Arma di Vergato che lo hanno raggiunto in casa sua.

Cronaca
Pubblicato il 26 dicembre 2020, alle ore 12:14

Mi piace
1
0
94enne rimane solo a Natale e chiama i carabinieri per un brindisi: "Non mi manca niente"

Quella che arriva da Alto Reno, in provincia di Bologna, è davvero una bellissima storia. Un anziano di 94 anni, di nome Fiorenzo, ha trascorso da solo la sera della Vigilia di Natale, per cui il 24 dicembre si sentiva molto solo. Non aveva nessuno che poteva venirgli a fare visita a causa delle restrizioni anti Covid che in questo periodo di festività sono davvero rigorose. L’anziano però non si è perso d’animo e ha composto il numero 112 chiamando i carabinieri della stazione di Vergato. Ai militari l’uomo ha dichiarato che non gli mancasse niente, aveva cibo e tutto l’occorrente necessario per vivere, soltanto che si sentiva solo e cercava una persona fisica con cui poter brindare l’arrivo del Natale. 

I carabinieri non ci hanno pensato due volte e l’Arma ha mandato a casa del 94enne due suoi uomini che in quel momento erano disponibili. Gli agenti pochi minuti dopo hanno bussato alla porta dell’anziano, che gli ha accolti con grande felicità e gioia in casa. Insieme ai suoi ospiti il 94enne ha aperto la bottiglia di champagne e fatto un brindisi insieme ai carabinieri, che hanno pubblicato anche una foto per immortalare il lieto evento. 

L’anziano ha raccontato la sua storia

I carabinieri di Vergato però non sono andati via subito e sono rimasti diverso tempo con il 94enne. L’uomo ha raccontato agli uomini in divisa tutta la sua storia, anche quella del suocero, il quale durante la Seconda Guerra Mondiale è stato maresciallo della stazione dei carabinieri di Porretta Terme. Ma non è finita qui, in quanto, sempre insieme ai militari, l’anziano ha effettuato una videochiamata ai suoi parenti, a cui ha dichiarato che stesse bene mostrandosi in compagnia degli agenti. 

L’anziano, come già detto in apertura, ha da subito detto ai militari che in casa avesse tutto. Dopo aver fatto visita al 94enne i carabinieri sono andati via tornando in caserma, felici di aver dato una mano ad una persona che era sola. In questi giorni di lockdown molte persone anziane non possono vedere i propri parenti, in quanto le restrizioni impongono che non ci si possa spostare più di due persone alla volta, questo al fine di creare pericolosi assembramenti nelle case che potrebbero influire sull’andamento dei contagi.

Un episodio simile a quello che si è verificato ad Alto Reno è successo qualche giorno fa proprio a Vergato, dove nella giornata di martedì 22 dicembre un 78enne ha chiesto aiuto ai carabinieri in quanto in casa si era guastato l’impianto di riscaldamento. Anche in quel caso, visto che l’anziano era rimasto solo al freddo, i militari si sono recati a casa sua provvedendo ad aggiustare il termostato e sincerandosi delle sue condizioni di salute.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una storia davvero commovente quella che arriva dalla provincia di Bologna, che ci fa capire di come in questo periodo difficile molti anziani rimangano solo a causa del lockdown e delle restrizioni anti Covid imposte dal Governo e dalle autorità sanitarie. Fortunatamente queste persone possono contare sempre sull'appoggio e il sostegno delle forze dell'ordine, pronte ad intervenire sempre in caso di necessità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!