Iscriviti

Tra Veneto e Trentino, madre e figlio si rincontrano ai tempi del coronavirus

Francesco vive in Trentino, la mamma in Veneto. Per due mesi non hanno potuto vedersi. Il 4 maggio hanno festeggiato al confine con torta e bollicine il compleanno di Francesco.

Cronaca
Pubblicato il 6 maggio 2020, alle ore 00:35

Mi piace
6
0
Tra Veneto e Trentino, madre e figlio si rincontrano ai tempi del coronavirus

Dopo la storia d’amore di due signori ultra ottantenni che si incontrano alla sbarra del confine tra Germania e Danimarca, non potendo fare altrimenti a causa delle regole imposte dall’emergenza sanitaria, dal nord Italia arriva un’altra storia d’amore al confine: quella tra una madre ed un figlio.

Francesco, originario della provincia di Vicenza, da un po’ di anni vive con moglie e figli a Trento e perciò, causa lockdown, non ha potuto vedere per due mesi sua madre Delma. Dal 4 maggio sono pero nuovamente possibili le visite ai famigliari, benché solo se nella stessa regione.

L’uno, pertanto, non è autorizzato ad andare a far visita all’altra. Ecco allora l’idea di Francesco: un incontro al confine per festeggiare il suo quarantaquattresimo compleanno.

Francesco, che ha lasciato per qualche ora moglie e figli a Trento, ha salutato la mamma che vive sola in provincia di Vicenza portando al confine tra Veneto e Trentino un tavolo, apparecchiato ad un metro l’uno dall’altra – mantenendo la distanza di sicurezza richiesta – mentre la mamma ha pensato alla torta e alle bollicine.

L’incontro, dopo due mesi di quarantena senza potersi vedere, è stato chiaramente molto emozionante e, come d’abitudine oggi, è stato mandato in diretta social.

Tavola imbandita a metà tra Veneto e Trentino per festeggiare il compleanno con la madre: “C’è tanta negatività in giro”, ha detto il festeggiato. “Io sono un agente di commercio che è a casa dal lavoro, uno dei pochi che ha preso i 600 euro dell’Inps. Mi sono dedicato alla famiglia, al mio giardino. E sto vedendo le cose con un occhio diverso. Cerco di vivere ‘di cuore’, come si suol dire“.

Una pandemia che, isolandoci, ci induce inevitabilmente a riflettere su quanto il vero senso della nostra vita sia dato dalle persone per noi importanti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - Il taglio della torta al confine di regione per festeggiare anche con la mamma sola benché con qualche giorno di ritardo, lo trovo un gesto carino oltre che molto particolare, in attesa di potersi incontrare meglio più avanti. Un modo per rispettare le regole imposte senza farsi mancare gli ormai noti “affetti stabili”.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!