Iscriviti

Tra Germania e Danimarca, due ottantenni si amano ai tempi del coronavirus

Una storia d'amore senza confini ai tempi del coronavirus in cui due signori ultra ottantenni, scopertisi da poco innamorati, si incontrano alla sbarra del confine tra Germania e Danimarca.

Esteri
Pubblicato il 5 aprile 2020, alle ore 10:55

Mi piace
11
0
Tra Germania e Danimarca, due ottantenni si amano ai tempi del coronavirus

Si incontrano alla sbarra del confine tra Germania e Danimarca, due vecchietti di 85 anni lei e 89 anni lui che non riescono a sopportare di parlarsi solo al telefono senza vedersi.

Inga danese e Karsten tedesco si sono conosciuti poco meno di due anni fa e da quel giorno hanno condiviso quasi ogni momento assieme ed ora, a seguito della chiusura dei confini per l’emergenza sanitaria, i due innamorati hanno iniziato a darsi appuntamento alla sbarra di frontiera dove lei arriva in macchina e lui in bicicletta. Un gesto di normalità in un momento in cui di normale è rimasto ben poco.

Mantenendo la distanza di sicurezza richiesta, ogni pomeriggio – ognuno dal proprio lato del confine – si siedono l’una di fronte all’altro e chiacchierano a lungo muniti di thermos con caffè caldo e biscotti. In alcune giornate si sono addirittura concessi un bel pranzetto insieme grazie al pensiero di un amico chef che ha cucinato per loro.

In un periodo alquanto difficile, la coppia mantiene la prudenza ma, consapevoli della loro età, hanno più paura di perdere anche un solo giorno insieme piuttosto che il virus.

L’emergenza sanitaria che in Germania specialmente ha già fatto numerose vittime, non lascia sperare nella riapertura a breve del confine, ma loro non smettono di sognare di andare a vivere presto insieme e, magari, di riuscire a passare la Pasqua insieme.

La loro storia, raccontata su Facebook dal sindaco della cittadina danese di Tonder, facendola diventare virale, è un messaggio di speranza e fiducia in un mondo che è stato costretto a fermarsi: più del 40% della popolazione mondiale è chiusa in casa o sottoposta a limitazioni di movimento o isolamento sociale nella lotta alla pandemia per il Covid 19.

Una pandemia che ci isola e che ci fa riflettere su quanto prima non avessimo tempo e adesso abbiamo il tempo ma non possiamo avere le persone.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - Due ottantenni che dimostrano più spirito d'iniziativa e volontà di noi quarantenni. Certo, a quanto ne sappiamo ora, loro sono più a rischio e questi spostamenti sono rischiosi ma, in fondo, una vita in isolamento non è pensabile e quindi, visto che non hanno altri contatti esterni, lasciamogli vivere questo amore augurando a loro e a noi che tutto finisca al più presto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!