Iscriviti

Striscia la notizia, truffa delle mascherine: violenta aggressione per la troupe di Moreno Morello

Momenti di paura per la troupe del tg satirico di Canale 5, aggredita da una banda di truffatori. Provvidenziale l'intervento dei Carabinieri: tre le persone arrestate

Cronaca
Pubblicato il 30 maggio 2020, alle ore 12:20

Mi piace
9
0
Striscia la notizia, truffa delle mascherine: violenta aggressione per la troupe di Moreno Morello

Attimi di paura per la troupe di Striscia la notizia, guidata dall’inviato Moreno Morello, impegnata in un servizio per smascherare una banda di truffatori.

L’episodio è avvenuto a Ceccano, in provincia di Frosinone, quando l’inviato del tg satirico di Canale 5, e i quattro componenti della sua troupe, sono stati aggrediti con pugni, lanci di sassi, bastoni e attrezzi da giardino, da tre uomini, capitanati dall’uomo che già un mese fa aveva accolto Moreno Morello brandendo una scimitarra.

L’inviato aveva denunciato una serie di truffe su vendite online, in particolare quella che aveva come oggetto delle mascherine, pagate e mai consegnate, per il personale sanitario dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure (Savona).

Ricevute ulteriori segnalazioni da parte di altre persone truffate, Moreno Morello ha deciso di ritornare presso l’abitazione dell’uomo ribattezzato “Sandokan”, per via dell’uso della scimitarra. Questa volta ad accoglierlo ha trovato tre persone che hanno aggredito violentemente la troupe televisiva. Un operatore, racconta l’inviato, è stato colpito con un pugno ed è finito a terra, mentre l’aggressore gli urlava: “Ti uccido”.

Provvidenziale è stato l’intervento di ben cinque pattuglie dei Carabinieri, che hanno arrestato i tre aggressori e salvato la pelle a Moreno Morello e ai suoi collaboratori. In un video, girato dopo l’aggressione, l’inviato ha raccontato i particolari e di aver vissuto attimi di panico. La prima pattuglia dei Carabinieri, intervenuta sul posto, non è riuscita a placare l’ira dei tre esagitati, rendendo necessario l’arrivo di rinforzi, per porre fine alla brutale aggressione.

Solo qualche giorno fa, anche un altro inviato di Striscia la notizia aveva subito un trattamento simile. In quella occasione il protagonista fu Vittorio Brumotti, colpito con un bastone durante uno dei suoi servizi per documentare e denunciare lo spaccio di stupefacenti che avviene in zona Porta Venezia a Milano. Anche in quella occasione, provvidenziale fu l’intervento delle forze dell’ordine, e per l’inviato si rese necessario il trasporto in ospedale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Alla lista di inviati che rischiano la vita, per portare al termine servizi di denuncia, si aggiunge anche Moreno Morello, alla prese con dei truffatori. Fermo restando lo scoop giornalistico, forse in questi casi un scorta di una società privata di vigilanza potrebbe evitare, intervenendo, che certi episodi portino a conseguenze irreparabili

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!