Iscriviti

Striscia la notizia: aggredita troupe del tg satirico di Canale 5

Aggressione e minacce nei confronti di una troupe del tg satirico di Canale 5 e dell'inviata Erica senza k. Coinvolto anche Luca Abete, impegnato come cameraman

Cronaca
Pubblicato il 15 giugno 2020, alle ore 08:12

Mi piace
9
0
Striscia la notizia: aggredita troupe del tg satirico di Canale 5

Non c’è pace per gli inviati di Striscia la notizia, il tg satirico di Antonio Ricci, che va in onda tutte le sere su Canale 5, dopo il telegiornale. Nei giorni scorsi erano stati Vittorio Brumotti e Moreno Morello, a subire delle violente aggressioni, mentre stavano girando i loro servizi di denuncia.

In entrambi i casi, il provvidenziale intervento delle forze dell’ordine, aveva scongiurato il peggio. Per il biker, che stava documentando lo spaccio di stupefacenti in zona Porta Venezia a Milano, si era reso necessario il trasporto in ospedale in codice verde, dopo essere stato colpito violentemente alla mascella, con il bastone che utilizza per sostenere la telecamera, sottrattogli da un aggressore.

Nel caso di Moreno Morello, alle prese con una banda di truffatori, che avevano ingannato anche il personale sanitario dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure (Savona), con una mancata consegna di mascherine già pagate, si era reso necessario l’intervento di ben cinque pattuglie di Carabinieri per interrompere l’aggressione ed arrestare tre persone.

Questa volta è toccato alla troupe dell’inviata calabrese Erica Cunsolo, meglio nota come Erica senza k, ad essere aggredita. Coinvolto anche un altro inviato di Striscia la notizia: Luca Abete, nell’inedita veste di cameraman.

La troupe si era recata a San Marco Argentano, un paese in provincia di Cosenza, per realizzare un servizio su una presunta truffa di un rivenditore di auto usate, che modificherebbe al ribasso il numero dei chilometri delle autovetture in vendita, al fine di ottenerne un maggiore ricavo dal prezzo di vendita. L’inviata avrebbe voluto chiedere spiegazioni al titolare dell’autosalone ma, insieme alla sua troupe, ė stata aggredita da un gruppo di persone, tra cui i familiari del rivenditore di auto.

Sono volati schiaffi ed è partita una caccia all’uomo nei confronti di Luca Abete, che ha cercato di sfuggire agli aggressori. Il bilancio finale, oltre alla distruzione di parte dell’attrezzatura, è di una prognosi di 10 giorni per Erica Cunsolo, sei giorni per un operatore e lividi, escoriazioni e tanta paura per tutti. Oltre all’aggressione fisica, sono volate anche minacce nei confronti dell’inviata. “Se il servizio andrà in onda ti verremo a prendere sotto casa”, sarebbero le parole pronunciate nei confronti di Erica senza k, che ha annunciato comunque la messa in onda del servizio nella puntata di questa sera, lunedì 15 giugno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Ancora una aggressione ad una troupe di Striscia la notizia. Ultimamente si stanno moltiplicando i casi in cui, gli inviati del tg satirico di Canale 5, subiscono dei pestaggi da parte delle persone oggetto delle loro denunce o segnalazioni. Ribadisco, come già scritto in precedenza, che sarebbe opportuno prevedere una scorta di una società privata di vigilanza, che possa intervenire prima che certi episodi portino a conseguenze irreparabili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!