Iscriviti
Roma

Morte di Willy Duarte: risultati dell’autopsia agghiaccianti

Non ci sono più dubbi sulla causa della morte del giovane Willy Duarte. Dall'autopsia emergono importanti quanto agghiaccianti risvolti. Pare che i fratelli Bianchi abbiano spaccato il cuore di Willy a causa dell'atroce violenza usata nel pestaggio a Colleferro.

Cronaca
Pubblicato il 27 settembre 2020, alle ore 00:02

Mi piace
4
0
Morte di Willy Duarte: risultati dell’autopsia agghiaccianti

I fratelli Bianchi, Gabriele e Marco, a seguito della inaudita violenza usata nel pestaggio avrebbe spaccato in due il cuore del povero Willy. È ciò che emerge dall’autopsia effettuata da un team di esperti dell’università di Tor Vergata. Oltre al cuore, sarebbero stati compromessi altri organi interni come la milza, il pancreas ed i polmoni.

I traumi e le ferite di Willy erano così gravi da far dire ai medici che hanno effettuato l’autopsia che, verosimilmente, il ragazzo poteva essere stato colpito anche con l’uso di armi contundenti come, ad esempio, tirapugni, bastoni e/o spranghe. La sera dello scorso 6 settembre, infatti, il giovane si trova coinvolto in una rissa per difendere l’amico Emanuele Cenciarelli, testimone chiave nelle indagini che hanno portato alla quasi immediata identificazione dei colpevoli dell’omicidio, ossia i fratelli Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia.

Il, Cenciarelli subito dopo la morte di Willy, infatti aveva descritto minuziosamente gli autori del brutale pestaggio dell’amico. Aveva infatti riferito che uno di loro aveva una lacrima tatuata sul viso, un altro un braccio ingessato e “uno indossava una polo di colore verde con capelli molto corti e l’altro aveva un vistoso tatuaggio sul collo“.

Il ragazzo poi continua dicendo che il malcapitato Willy veniva circondato da 4/5 ragazzi che lo malmenavano violentemente con calci e pugni colpendo ripetutamente anche lo stesso Cenciarelli. Non paghi di ciò, alcuni di loro si sono accaniti anche sul corpo ormai inerme di Willy, saltandogli addosso.

Il Cenciarelli infine, dopo il pestaggio subìto, andava immediatamente in soccorso dell’amico che ormai era steso esanime sull’asfalto della strada. Proseguono, inoltre, le indagini della Procura di Velletri sul Suv dei fratelli Bianchi, dove sono state riscontrate tracce biologiche anche sugli indumenti degli aggressori. Tutti elementi utili per fornire un quadro accusatorio sempre più chiaro e delineato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una furia del tutto ingiustificata ed insensata quella che ha stroncato la vita del povero Willy Duarte, il ragazzo italiano di origine capoverdiane. Nessun motivo valido, semmai ci fosse stato, potrebbe avvallare la ferocia di questo squallido branco di animali che si sono accaniti sul corpo di un ragazzino indifeso.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giorgio Mosto
Giorgio Mosto

29 settembre 2020 - 19:51:47

complimenti bell'articolo mi farebbe piacer se tu leggessi i miei e mi lasciassi qualche consiglio

0
Rispondi