Iscriviti

Messina e Padova festeggiano due loro santi anche durante la Fase 2

Anche durante la "Fase due" non sarà permesso partecipare alle sante messe, ma questo non toglierà la possibilità di celebrare i propri santi pur se a porte chiuse ed in forma ridotta. Vediamo come due città, Padova e Messina, omaggeranno due loro santi.

Cronaca
Pubblicato il 4 maggio 2020, alle ore 20:10

Mi piace
8
0
Messina e Padova festeggiano due loro santi anche durante la Fase 2

Siamo entrati nella Fase 2 dell’emergenza Covid-19 ed almeno per le celebrazioni eucaristiche nulla è cambiato. Si è solo concessa la possibilità di fare i funerali (con un massimo di quindici persone), in attesa di capire l’evolversi della situazione con il prossimo step calcolato al 18 maggio.

Pertanto, al momento continueranno ad essere sospese le sante messe, in particolare quelle che maggiormente potrebbero essere causa di “assembramento”, come quelle dedicate ai santi protettori cittadini. Per questo motivo, molte comunità continueranno a celebrare in modo ridotto proponendo gli eventi soprattutto nei canali social (Facebook e YouTube in primis) a porte chiuse.

È l’esempio in questo mese di due città, Messina e Padova, con due programmi che potenzialmente potrebbero subire modifiche in conseguenza delle disposizioni delle autorità civili e religiose. 

Messina ricorda Sant’Annibale Maria Di Francia (1851-1927). Il tutto si svolgerà il prossimo 16 maggio (nel ricordo della canonizzazione avvenuta nel 2004) e sarà modificato con il seguente programma trasmesso in diretta streaming sui canali social della Basilica Santuario di Sant’Antonio. Eventuali informazioni sul sito basilicaantoniana.it.

Verrà celebrato un triduo di preparazione dal 13 al 15 maggio ed il giorno 16, con la Solenne Celebrazione Eucaristica delle ore 18 presieduta dal vescovo ausiliare di Messina, Mons. Cesare Di Pietro, saranno benedette le gardenie in ricordo del miracolo compiuto dal santo ad un fioraio della città. 

A Padova invece si ricorderà San Leopoldo Mandić, martedì 12 maggio, con la celebrazione eucaristica, dall’omonimo santuario a lui dedicato nella città veneta, delle ore 19 che sarà trasmessa in diretta televisiva su CafèTV24 e Telepace (televisioni che hanno numerazioni diverse secondo il territorio) . Info su leopoldomandic.it. 

Naturalmente, la speranza è che presto si possa tornare alla vita quotidiana anche in ambito di Fede, visto che la qual cosa tanto è mancata a molti, considerato che vedere ed ascoltare la santa messa in televisione non è la stessa cosa di una partecipazione attiva.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Triolo

Antonio Triolo - Anche se il cammino verso la normalità non sarà breve, è importante continuare a tenere attiva la partecipazione dei fedeli alle proprie comunità ed alle sue tradizioni ed eventi festosi, in attesa di poter tornare a vivere l’apparente tranquillità della nostra vita. La devozione ai santi protettori è una di quelle.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!