Iscriviti

Grazia Di Nicola si sfoga alle Iene: "Le mie figlie hanno detto che sono Satana"

La testimone di Geova rinnegata dalle figlie per aver accettato una trasfusione di sangue incontra le Iene e parla del suo rapporto difficile con le figlie dopo la disassociazione dal movimento

Cronaca
Pubblicato il 18 febbraio 2019, alle ore 15:55

Mi piace
8
0
Grazia Di Nicola si sfoga alle Iene: "Le mie figlie hanno detto che sono Satana"

Grazia di Nicola, una testimone di Geova, doveva scegliere se accettare la trasfusione di sangue o morire; la donna ha scelto di ricevere una emotrasfusione e ed è per questo che le tre figlie, secondo la versione della donna raccontata al programma televisivo Le Iene, l’hanno abbandonata. La scelta è stata anche fonte di numerose critiche da parte di tante altre persone.

I medici erano stati franchi con lei: “Se non accetterete di farvi trasfondere, morirete quasi certamente“. Una sentenza medica che ha convinto la donna a mettere da parte i suoi precetti religiosi e ad accettare la terapia emotrasfusionale sebbene i testimoni di Geova rifiutano questa pratica.

La storia

Due anni fa a Grazia fu diagnosticato un tumore che “Ha creato un’emorragia interna e mi sono ritrovata a un bivio: accettare una trasfusione oppure morire”. La donna si è detta a questo punto che non poteva essere possibile che Geova volesse la sua morte. Per questo motivo, Grazia ha deciso di acconsentire all’operazione che le ha salvato la vita. 

Questa sua scelta, però, ha avuto delle conseguenze dolorose poichè è stata dissociata dai testimoni di Geova e considerata da loro “consegnata a Satana”, perchè ha accettato qualcosa che le ha salvato la vita. Anche le figlie non hanno approvato la sua scelta e per questo l’hanno abbandonata decidendo di lasciare casa. La donna non vede più le figlie da due anni che le hanno anche detto “Sei una vergogna umana, sei Satana”.

Roberta Rei, inviata delle Iene, ha tentato di rintracciare le due figlie ma è stata allontanata e minacciata. Una delle due figlie ha dichiarato: “Ho dubitato a volte di essere felice che ora mia mamma sia viva” ed aggiunge “Era una persona meravigliosa, poi è cambiata”. Solo perché ha scelto di vivere. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Bisogna vedere come sono andate davvero le cose. Ma già il fatto che una figlia bolli la propria madre che l'ha messo al mondo con l'epiteto di Satana, fa capire a che livello di fanatismo e di mancanza di rispetto possano arrivare certi adepti delle religioni.

Lascia un tuo commento
Commenti
Beatrice Cinnirella
Beatrice Cinnirella

20 febbraio 2019 - 00:05:46

Una religione che ti apostrofa come una traditrice per esserti salvata la vita con una trasfusione, non la considero una religione ma piuttosto una setta da cui stare lontani.

0
Rispondi
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

19 febbraio 2019 - 12:25:58

Essendo ex testimone sai benissimo di cosa sto parlando.. ora scusami ma sai anche che è controproducente parlare con un apostata quindi ti saluto.

0
Rispondi
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

19 febbraio 2019 - 11:50:29

Marina siamo tutti imperfetti.. anche se studiamo la Bibbia molti cmq sbagliano.. unica differenza è che qui ti disassociano per tutelare gli altri cosa che le altre religioni non fanno... solo che poi non tutti gradiscono essere buttati fuori..vedi quindi quella che ha accettato il sangue.. avrei capito se avesse ammesso la sua debolezza davanti ad una scelta così importante piuttosto che criticare la società.. sapeva perfettamente le conseguenze che avrebbe subito se avesse accettato il sangue.. se si fosse pentita le avrebbero dato una possibilità, non pentendosi scatta l'espulsione quindi nulla di pazzesco o nuova, ma tutto già precedentemente detto. Mi dispiace per coloro che davanti ad una prova difficile si lasciano andare abbandonando in primis Dio poichè ricorda che noi serviamo lui non gli esseri umani imperfetti e peccatori.. buona vita.

0
Rispondi
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

19 febbraio 2019 - 10:09:29

Io sono testimone di Geova felicissima di esserlo.. nessuno obbliga nessuno perciò non tollero chi sputa nel piatto in cui ha mangiato per anni.. prima di arrivare al battesimo si è consapevoli di tutto perciò se non si è convinti ci si può anche ritirare.. non che finché va tutto bene allora nessuno dice nulla poi quando ci sono le prove allora se ne parla male..

1
Rispondi