Iscriviti
Genova

Genova, bidello di 60 anni fotografa i bambini nei bagni scolastici

Una terribile scoperta da parte delle maestre di una scuola di Genova, le quali hanno coinvolto la polizia per dei sospetti sul bidello. Le indagini hanno avuto inizio fin dalla segnalazione, e le maestre sono riuscite a smascherarlo.

Cronaca
Pubblicato il 30 maggio 2018, alle ore 18:07

Mi piace
2
0
Genova, bidello di 60 anni fotografa i bambini nei bagni scolastici

In una scuola di Genova sono state avviate delle indagini in seguito ad una segnalazione da parte delle maestre dell’Istituto. Le indagini hanno portato alla scoperta di una macchina fotografica che il bidello utilizzava per scopi personali ed intimi. I sospetti delle maestre sono iniziati quando hanno visto il bidello accompagnare i piccoli in bagno con uno zaino sempre in spalla. Visto il ripetersi dell’azione, le maestre hanno deciso di avviare le indagini per scoprire che cosa contenesse quello zaino scuro. 

Tutti i sospetti si sono dimostrati fondati e le forze dell’ordine hanno trovato una macchina fotografica con delle foto vergognose. Il bidello approfittava dell’ingenuità degli alunni a lui affidati per fare delle foto alle parti intime. Una notizia che ha scosso tutta la scuola e le mamme, le quali si fidavano cecamente del bidello anziano. 

Le foto sono state sequestrate dalla Polizia, e sono state avviate le indagini con il reato di pedopornografia. Tutte le mamme sperano che quelle foto non siano state pubblicate sui social, e la scuola non ha esitato a sospenderlo dal suo ruolo. 

I dati relativi alla scuola non stati pubblicati per tutelare i bambini, e l’indagato si trova ancora a piede libero. Una cosa che non può essere accettata dalla scuola, ma è necessario aspettare la fine delle indagini per capire se varcherà le porte del carcere. Questo rappresenta uno dei tanti casi che stanno coinvolgendo, nell’ultimo periodo, le scuole italiane. 

Storie di maltrattamenti da parte di maestre (es. il caso di Parma), o di componenti della scuola che abusano della loro posizione per imporre le regole in momenti che non riescono a gestire. Fare la maestra di asilo ed oltre non è un mestiere che può essere portato avanti da chiunque, e chi non ha la pazienza che questo ruolo prevede deve rinunciare a qualsiasi tipo di contatto con dei bambini innocenti, trovandosi un altro lavoro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marianna Colonese

Marianna Colonese - Continuano le storie di abusi e maltrattamenti all'interno degli istituti scolastici. Una storia che fa rabbrividire soprattutto se questi soggetti hanno dei figli che li aspettano a casa. Madri e padri di famiglie che usano violenza o, come in questo caso, fanno delle foto nelle parti intime di bambini innocenti. Un uomo che dovrebbe essere radiato da qualsiasi istituto e chiedere scusa non basterebbe a giustificare un simile gesto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!