Iscriviti
Roma

Caso Sacchi, la madre di Valerio Del Grosso distrutta ma non torna indietro

Omicidio Sacchi, la mamma di Del Grosso è certa di aver fatto la cosa giusta: il figlio deve prendersi le sue responsabilità. La donna è distrutta dal dolore al pensiero di come sta soffrendo la famiglia di Luca.

Cronaca
Pubblicato il 1 novembre 2019, alle ore 16:54

Mi piace
5
3
Caso Sacchi, la madre di Valerio Del Grosso distrutta ma non torna indietro

La tragedia dell’omicidio di Luca Sacchi ha colpito tutti e ancora di più la mamma di colui che ha sparato, Valerio Del Grosso. La donna, il cui nome è Giovanna Proietti, non appena ha capito che era stato il figlio a sparare a Luca, non ha esitato a denunciarlo alla polizia.

Un gesto che certamente non ha risolto la morte del giovane, ma che comunque dimostra come ci siano persone che credono profondamente nella giustizia. Ed è proprio la giustizia e la verità che accompagnano la vita delle persone oneste e perbene come Giovanna, che non ha pensato al suo di bene, ma alla giustizia per la famiglia Sacchi.

Dare un nome e un volto all’assassino è stato fondamentale per tentare di ricostruire la vicenda e capire come Valerio sia potuto arrivare a tanto. Giovanna Proietti ancora oggi non riesce a comprendere come il figlio abbia potuto commettere un simile reato, ma è convinta e certa che quello che ha fatto è giusto. Il figlio deve assumersi tutte le responsabilità del suo gesto e questo lo aiuterà ad essere una persona migliore.

Il giovane Luca Sacchi è stato ucciso davanti a un pub a Roma e la cattura di Valerio e Paolo Pirino è avvenuta qualche giorno dopo, appunto dietro segnalazione della madre che aveva sentito il figlio parlare della faccenda. Lei aveva ricollegato i fatti all’omicidio di Luca e quindi ha sporto denuncia. La madre di Valerio, in un’intervista al Giornale Radio 1, ha detto di non aver mai pensato di fare una cosa diversa da quella che ha fatto.

La sua è una famiglia di lavoratori, di gente perbene, e non avrebbe mai potuto pensare per un attimo di essere complice di un fatto del genere, anche se si trattava del figlio. Il suo pensiero invece è stato quello di voler dare a Valerio una speranza di riscatto. La donna, nell’intervista, ha anche tenuto a precisare che Valerio non aveva intenzione di uccidere Luca e che comunque aveva già deciso di consegnarsi alla giustizia. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Ricupati

Daniela Ricupati - L'omicidio del giovane Luca ha colpito tutti profondamente: questo ragazzo dalla faccia pulita rimarrà ancora per tanto tempo nella mente di molti. Mi auguro che, visto che il colpevole è stato trovato grazie al coraggio di questa donna, si faccia luce sul caso. Non tutti comunque avrebbero fatto ciò che ha fatto Giovanna: questa donna è da ammirare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!