Iscriviti
Bologna

Bologna: infermiera del 118 guida un papà a far nascere il suo bimbo in casa via app

A Bologna, nella notte tra l'1 e il 2 gennaio, il piccolo Alex è venuto alla luce in soli 12 minuti, nella camera da letto dei suoi genitori, grazie alle direttive impartite da un'infermiera del 118 via app ap papà del piccolo, improvvisatosi ostetrico.

Cronaca
Pubblicato il 5 gennaio 2021, alle ore 11:16

Mi piace
1
0
Bologna: infermiera del 118 guida un papà a far nascere il suo bimbo in casa via app

Siamo a Crevalcore, nel Bolognese. Proprio qui, nella notte tra l’1 e il 2 gennaio è venuto alla luce, in soli 12 minuti, il piccolo Alex, che gode di ottima salute e pesa 2,9 chili. Il papà Matteo ha chiamato il 118, chiedendo di poter portare la moglie in Ostetricia, convinto che fosse arrivato, per lei, il momento di mettere al mondo il figlioletto.

A raccontare il seguito è l’infermiera Elisa Nava. La donna dichiara che una sua collega ha ricevuto la chiamata di Matteo ma che lei ha subito capito che sarebbe stato meglio rimanere a casa, in quanto il parto era imminente, ricorrendo alla tecnologia, in particolare all’app FlagMii che a Bologna, due giorni prima di Natale, ha aiutato due genitori a rianimare il figlioletto Patrick, che stava soffocando con un pezzetto di mozzarella andatogli di traverso.

L’accaduto

L’infermiera Elisa Nava ha attivato l’app FlagMii, utilizzata da più di un anno in Emilia Romagna e Piemonte, guidando Matteo, improvvisatosi ostetrico, collegato in videochiamata, grazie al supporto tecnologico, ad assistere la moglie Alessandra mentre partoriva nella loro camera da letto. Il parto in casa è avvenuto senza alcun problema e, dopo la nascita, la mamma e il piccolo sono stati portati all‘Ospedale Maggiore di Bologna. 

Il Presidente dell’Ordine degli Infermieri di Bologna e del Coordinamento Regionale Pietro Giurdanella, ha così commentato il lieto evento: “Una storia a lieto fine, frutto delle competenze dei professionisti, della validità dei protocolli e della funzionalità dell’organizzazione: tre pilastri espressione dell’efficacia del sistema dell’emergenza”.

Matteo dice: “E’ stato fondamentale avere Elisa che ci ha guidato perchè noi non sapevamo assolutamente cosa fare, eravamo nel panico più totale”. Grazie all’appello del neo papà su Il Resto del Carlino, i genitori hanno potuto conoscere faccia a faccia la loro infermiera, mostrandole Alex, nato grazie a un lavoro di squadra supportato dall’app.

FlagMii è semplicissima da utilizzare: è sufficiente accettare per la privacy un sms inviato su qualsiasi smartphone del richiedente e attivare la videocamera, affinchè l’operazione possa partire, senza alcuna installazione. L’operatore può scegliere la forma di comunicazione più opportuna per soccorrere a distanza il richiedente, inviando video, link e immagini con istruzioni, in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Lenti

Katia Lenti - Una storia a lieto fine, una nascita in tempi record, in soli 12 minuti, avvenuta grazie all'app FlagMii e alla professionalità di un'infermiera del 118. Credo che un'app così dovrebbe essere installata in tutte le regioni italiane perché permette di rassicurare e soccorrere, da remoto, il richiedente, massimizzando i tempi, in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Auguri ai neo genitori e al loro piccolo Alex!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!