Iscriviti
Bari

Bari, a 8 anni in limousine fuori da scuola: l’incredulità dei genitori

Per festeggiare il compleanno di una bambina di 8 anni, c'era una limousine ad aspettarla fuori dalla scuola elementare. La rabbia dei genitori che scrivono al preside scolastico diventa virale.

Cronaca
Pubblicato il 8 febbraio 2019, alle ore 13:35

Mi piace
1
0
Bari, a 8 anni in limousine fuori da scuola: l’incredulità dei genitori

Non è la prima volta che arrivano notizie simili dalla Puglia (es. il caso della bimba la cui comunione fu pubblicizzata su un manifesto stradale). Impossibile dimenticare il caso di tre anni fa, in cui una bambina di Altamura si è presentata alla chiesa, dove si sarebbe celebrata la sua prima comunione, in una carrozza trainata da cavalli bianchi. Questa volta, ci troviamo alle porte di Bari, dove per festeggiare gli 8 anni di una bambina delle elementari, è arrivata una limousine a prendere lei ed alcuni compagi di classe all’uscita da scuola.

A far circolare la notizia è stata la mamma di uno degli alunni presenti all’avvenimento, che ha deciso di scrivere un post sul profilo social di Facebook indirizzato al Preside dell’istituto, con allegato le foto che testimoniano il gesto a detta sua folle. Le parole della donna non sono passate inosservate, ed il web si è diviso in due: chi appoggia la donna e trova l’accaduto un cattivo insegnamento, e chi invece non ci trova nulla di male.

Il web si divide in due

Cara Preside,” così si apre il lungo post scritto da una delle mamme presenti all’uscita di una scuola elementari di Bari qualche giorno fa, quando una limousine bianca lunga 5 metri è venuta a prendere una bambina ed alcuni dei suoi compagni. A lasciare senza parole la donna che ha deciso di raccontare l’accaduto e chiedere spiegazioni al dirigente scolastico, è stata la presenza di un lusso di tale portata vicino al pulmino comunale che era venuto a prendere gli altri alunni della scuola.

La madre si è voluta allontanare da quel gesto, definendosi preoccupata per il futuro dei ragazzi che già crescono con troppi “idoli” sbagliati ed insegnamenti poco morali provenienti dalla tv, quali “Amici” ed i soliti calciatori che fanno notizia. In molti utenti hanno commentato il post della donna, ed il web si è diviso in due. Parte dei commenti appoggiano la madre e quell’indignazione provata di fronte all’accaduto, ma molti utenti hanno affermato che non era giusto “mettere alla gogna” dei genitori solo perché avevano voluto esaudire un desiderio della figlia.

A mettere d’accordo, sembrerebbe, tutti quanti, è il ruolo della preside in questa situazione. Secondo la maggioranza degli utenti infatti, il dirigente scolastico non ha alcun potere riguardo la vicenda e, anzi, trattandosi di qualcosa successo al di fuori della scuola, oltre a non avere alcuna responsabilità, è impossibile fosse stata messa al corrente della situazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Senza dubbio, una situazione molto particolare. È vero che arrivano spesso notizie in cui dei bambini ancora piccoli si ritrovano ad essere "coccolati" troppo dai propri genitori: penso però che non sia un nostro problema. Ogni genitori ha il diritto di educare il proprio figlio come vuole, che sia un insegnamento che va contro o verso il nostro punto di vista. In questo caso, abbiamo dei genitori che si possono permettere economicamente una limousine per il compleanno della figlia. Ci va l'invidia? Sì. Ci dispiace per i bambini? Sì. Vorremmo che la gente avesse più giudizio? Ovvio. Ma è davvero un nostro problema? È stato davvero un attacco personale? Non penso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!