Iscriviti

YouTube vara "Red": l’anti Netflix secondo Google

Anche YouTube cerca di varare una sua piattaforma di streaming on demand a pagamento. Cosa offrirà, a 9.99 dollari al mese? Ciò che offre ora ma SENZA pubblicità, più l'accesso a YouTube Music, Kids, Game ed a diverse - future - produzioni esclusive

Internet e Social
Pubblicato il 22 ottobre 2015, alle ore 12:28

Mi piace
1
0
YouTube vara "Red": l’anti Netflix secondo Google

Netflix è appena arrivato che già iniziano a fioccare i concorrenti. Giorni fa abbiamo parlato di Vimeo, una piattaforma simile ma di produzioni creative dal basso, e del progetto della RAI di creare un suo spin-off a pagamento per vecchi e nuovi contenuti in streaming esclusivo. Evidentemente la torta dello streaming è davvero ghiotta perché anche Google ne vuole una…fetta.

Mountain View, infatti, ha annunciato – dal 28 Ottobre, prima negli USA e, poi, a seguire negli altri mercati – la disponibilità del servizio “Red”. Questa nuova piattaforma, spin-off di YouTube, permette di fruire dei contenuti del Tubo, di quelli di YouTube Kids (la sezione di YT dedicata alle produzioni per l’infanzia), e di quelli di YouTube Game (il canale dedicato ai video o alle sessioni live dei videogiocatori): non manca, nemmeno, la possibilità di fruire dei contenuti di YouTube Music, lo Spotify di Brin & Paige.

Per il futuro, poi, sono annunciate le “YouTube Red Original Series”, serie prodotte in esclusiva da YouTube con i suoi “artisti più acclamati dai fans” in modo da ricalcare quello che Netflix ha fatto con “House of Cards” e “Orange is the new black”: a tal proposito, un comico svedese molto popolare su YouTube è già stato contattato per produrre una serie horror, “Scare PewDiePie”, assieme all’autore di The Walking Dead. Youtube, a tal proposito, fa sapere che utilizzerà i proventi degli abbonamenti per remunerare gli autori in questione, sulla base del “view time” degli abbonati ai contenuti visionati.

L’abbonamento costerà 9,99 dollari al mese e consentirà l’accesso, da pc, tablet, smartphone, smart tv e consolle, a quanto appena elencato con alcuni plus riservati esclusivamente agli abbonati (ovvero ai paganti): la fruizione, in tal caso, sarà SENZA la pubblicità (riservata invece, con limitazione dei contenuti, agli utenti free), e sarà accompagnata dalla possibilità di scaricare i contenuti per fruirli off-line.

Interessante, infine, dovrebbe essere il sistema integrato che dovrebbe permetterci di fruire dei contenuti anche in background: ad esempio, in tal modo, potremo continuare a navigare in rete ed ascoltare i contenuti di YouTube Music.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Si era parlato, nei mesi scorsi, di un qualche sistema di YouTube per monetizzare i propri contenuti meglio di come fatto ora con gli spot che sono, in fondo, facilmente aggirabili grazie ad alcuni add-on per browser. Ora si prepara la piattaforma Red che dovrebbe togliere la pubblicità creando utenti di serie A ed utenti di serie B: chi non paga vede quello che c'è. Come ora. Chi paga, invece, sarà libero dai banner, potrà fruire dei programmi anche senza essere online, anche in background. Avrà persino contenuti esclusivi. Ma sarà un utente di serie A. Uhm...non sono molto sicuro che la cosa funzionerà. Almeno non quanto Netflix...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!