Iscriviti

Twitter: in test la Safety mode, in sviluppo editor galleria e pagamenti in Bitcoin

In pieno fervore codicistico, il social Twitter sta lavorando sul riciclare l'editor dei defunti Fleets e per introdurre i Bitcoin nelle sue opzioni e funzioni a pagamento: nel frattempo, però, qualcosa di concreto è già partito, ovvero il test per la Safety mode anti abusi.

Internet e Social
Pubblicato il 1 settembre 2021, alle ore 19:40

Mi piace
4
0
Twitter: in test la Safety mode, in sviluppo editor galleria e pagamenti in Bitcoin

Tenendo fede ai proclami degli scorsi mesi, Twitter ha incominciato fattivamente a testare la Safety mode anti molestie: altre funzionalità, invece, restano ancora soggette a una fase di sviluppo, come appena scoperto, e rendicontato, dai leakers. 

Era l’inizio dell’anno quando Twitter ammise d’essersi messa a lavoro su una serie di funzionalità in ottica anti-abuso e, a quanto pare, il momento dell’esordio di una di esse è appena giunto: nelle scorse ore, l’account ufficiale Twitter Support ha annunciato l’avvio di un test per la modalità Sicurezza, Safety mode, che permetterà alle persone di sottrarsi – per un certo lasso di tempo – alle cicliche ondate di invettive che investono abitualmente la piattaforma: il tutto avverrà grazie a un’impostazione che, posta nel relativo menu, alla sezione “privacy e sicurezza“, bloccherà per una settimana (lasso di tempo dopo il quale potrà essere riattivata) le interazioni da parte di alcuni utenti (con l’eccezione di quelli che si segue o con cui ci si twitta solitamente) scelti in base a parametri come “la relazione tra un account e gli account che rispondono“, il contenuto del tweet, le menzioni non corrisposte e/o ripetitive, e il linguaggio odioso

Il test riguardante la funzionalità Safety mode di Twitter (su sito web e app mobile), nata in prima battuta per ridurre le interazioni di disturbo, con la conseguenza anche a migliorare la “la salute della conversazione pubblica“, coinvolgerà inizialmente 1.000 persone di lingua inglese, per lo più giornaliste o appartenenti a comunità emarginate, individuate dalla società dopo essersi consultata con esperti dei diritti umani, della sicurezza online, e della salute mentale

Dal leaker Alessandro Paluzzi, poi, sono giunte diverse indiscrezioni su funzioni ancora in sviluppo e quindi non ancora palesi, destinate forse a un futuro rilascio. Tra queste risulta presenta la possibilità che in futuro si possano modificare le immagini della Galleria sfruttando l’editor sino a poco tempo fa presente nei defalcati Fleets (le Storie del canarino azzurro). 

Da qualche tempo, hanno iniziato a profilarsi rosei orizzonti per i creators di Twitter, come confermato dal varo sperimentale della funzionalità di mecenatismo “Tip Jar“, barattolo delle mance, e dal timido test della feature “Super Follows“, in base a cui gli utenti si abbonano ai profili di coloro da cui vogliono ricevere contenuti esclusivi. Sempre secondo Paluzzi, nell’ambito di queste ed altre funzioni, prima o poi potrebbe essere possibile avvalersi della criptovaluta Bitcoin usando, come ipotizzato dal portale The Block, l’infrastruttura “Lighting Network” dell’app Strike (scelta dal CEO Jack Dorsey anche come base per l’exchange decentralizzato di un’altra sua “creatura”, la piattaforma di pagamenti online Square).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco: tutte le novità emerse a proposito di Twitter sono a dir poco importanti. La piattaforma del canarino azzurro sta rispettando le promesse fatte, visto che ha incominciato a testare l'utile modalità di protezione anti abuso e anti molestie. Non meno importante è l'eventuale coinvolgimento delle criptovalute nelle funzioni a pagamento del social che, in onore al detto "non si butta via niente", mediterebbe di far tesoro della sfortunata esperienza dei Fleets.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!