Iscriviti

Netflix: in test le Collezioni curate da persone, in arrivo una serie TV e l’abbonamento per smartphone

Secondo alcuni rumors, Netflix starebbe lavorando a una serie TV sulle storture dei social, e a un piano di abbonamento per soli smartphone: in più, sarebbe in corso un test riservato, relativo alle Collezioni, curate dal personale creativo della piattaforma.

Internet e Social
Pubblicato il 26 agosto 2019, alle ore 17:18

Mi piace
11
0
Netflix: in test le Collezioni curate da persone, in arrivo una serie TV e l’abbonamento per smartphone

Con la concorrenza di Disney+ che si fa sempre più vicina, e stringente (quanto a prezzi e contenuti), la piattaforma di video streaming Netflix percepisce l’esigenza di “difendere il proprio territorio”, rimanendo appetibile per i propri utenti, con la speranza di attrarne altri per ricominciare a crescere

Con tali motivazioni, Netflix ha avviato lo studio di una nuova funzionalità, per aiutare gli utenti a scegliere quel che prediligono, predisposto una nuova opzione di streaming economico, con partenza fissata inizialmente nei mercati emergenti, e progettato una nuova – esclusiva – serie TV, sulle tematiche dei social. 

La prima novità relativa a Netflix è stata documentata da TechCrunch in base a quanto reso noto, su Twitter, dall’utente Jeff Higgins (alias @ItsJeffHiggins): si tratta di una raccolta, intitolata “Collezioni”, che funzionerà diversamente da quelle attuali compilate dagli algoritmi in base ai presunti gusti dell’utente. In questo caso, a compilare le raccolte, contrassegnate da titoli evocativi (ciò che preferisce la critica, per mantenersi leggeri, per ridere un po’, spettacoli subdoli ed oscuri, contenuti con donne che dominano lo schermo, etc), e comprensive ciascuna di una 40ina di elementi, sarà un team creativo di persone, già al lavoro presso il quartier generale della piattaforma.

La nuova feature, attualmente in test riservato presso alcuni users della versione iOS, ed ammessa ufficialmente dal colosso californiano di Los Gatos, sarà notificata tramite un pop-up all’apertura dell’app, e risulterà accessibile in alto a destra laddove un tempo era posto il tab “la mia lista” che, comunque, resterà accessibile, seppur tramite il nuovo tab “altro” posto nella parte bassa dell’interfaccia: una volta entrati nella nuova sezione, si potranno scorrere le miniature, con relative descrizioni, di ogni contenuto della Collezione e, in più, ci si potrà iscrivere alla stessa, onde venire avvertiti ad ogni inclusione, nella medesima, di un nuovo elemento. 

Dopo averne parlato con gli investitori, facendo seguito ai rumors di qualche tempo fa, Neflix ha deciso di far partire effettivamente un nuovo piano di abbonamento, dedicato esclusivamente agli smartphone, a favore di chi non ha una TV, ma dispone di uno schermo mobile: l’iniziativa, calendarizzata entro il terzo trimestre, partirà e sarà limitata all’India, con lo scopo di racimolare https://www.hdblog.it/2019/08/26/netflix-clickbait-serie-thriller-pericoli-social/maggiori entrate proprio in quel mercato ove la redditività media mensile per utente (ARPU) della piattaforma è la più bassa in assoluto (stimata sotto i 5 dollari). 

Infine, l’asso nella manica dei contenuti. Secondo gli scarsi dettagli emersi in merito, Netflix girerà – in Australia (a Melbourne) – una serie TV di 8 episodi, “Clickbait” (acchiappaclick), sul tema dei pericoli corsi sui social network e di quanto ampio sia il divario tra identità reale e digitale delle persone. A curare il progetto sarà NBC Universal (tramite Matchbox Pictures), con la redazione delle storie affidata allo scrittore Christian White (famoso per “The Nowhere Child”), le sceneggiature ideate da Tony Ayres, e la produzione complessiva affidata a David Heyman (una garanzia, in quanto responsabile dei successi di Io sono leggenda, Harry Potter, e Animali Fantastici). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sono molto curioso di poter vedere gli episodi di Clickbait (ammesso che si chiami così anche in italiano), reputando la serie potenzialmente molto interessante, al pari di Black Mirror. L'idea dell'abbonamento solo per smartphone, prima o poi, potrebbe arrivare anche in Occidente, ma solo come extrema ratio, nell'eventualità che le cose si mettano molto male per Netflix, rispetto alla concorrenza. Molto interessante, infine, il progetto delle raccolte tematiche curate dal personale umano: chissà se le scelte saranno all'altezza delle aspettative degli utenti!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!