Iscriviti

Meta: in test la streaming app Super e il chatbot smart BlenderBot 3

Sembra tempo di testa presso il quartier generale di Meta, col colosso dei social che, nelle scorse ore, ha ammesso il test pubblico della streaming app Super, e presentato il nuovo chatbot intelligente BlenderBot 3.

Internet e Social
Pubblicato il 7 agosto 2022, alle ore 00:18

Mi piace
2
0
Meta: in test la streaming app Super e il chatbot smart BlenderBot 3

Ascolta questo articolo

Meta, che di recente ha annunciato il prossimo addio alle sue iniziative di shopping su Facebook durante i live streaming, sembra già essersi lasciata le difficoltà alle spalle, guardando al futuro, come dimostrato dall’avvio di un test pubblico di “sensibilizzazione” della streaming app “Super” e dal varo, per ora solo in forma di demo negli USA, del nuovo risponditore evoluto BlenderBot 3.

Di tanto in tanto, Meta prova a sviluppare internamente (non sempre con successo) nuove applicazioni con cui espandere il suo portafoglio di piattaforme, a oggi comprensivo di Facebook, Messenger (ex chat interna del social), WhatsApp e Instagram (realtà acquisite ormai da diversi anni). Nelle scorse ore, secondo quanto riportato da Business Insider e TechCrunch, il colosso di Menlo Park ha incominciato a testare pubblicamente una nuova piattaforma di streaming frutto dell’NPE (New Product Experimentation) team: si tratta di “Super“, presentato nel 2020 e testato internamente per due anni, finendo con l’assomigliare più che a Cameo a Twitch.

Super, testato da qualche giorno da un centinaio di influencer, tra cui la star tiktoniana Vienne Skye e l’influencer hi-tech Andru Edwards, che, per usare brevemente (mezzora) la nuova piattaforma sono stati pagati tra i 200 e i 3.000 dollari, in particolare, permette – per ora solo lato web – di avviare uno streaming, interagendo con gli spettatori (ai quali è concessa anche la facoltà di lasciare dei suggerimenti), e guadagnando delle entrate (in questa fase lasciate al 100% ai creators), grazie a un sistema di mance e all’accesso a varie funzionalità, previste durante il live streaming secondo un sistema a più livelli.

Infine, ancora in quota Meta arriva l’annuncio del varo, per ora solo in forma di demo per gli utenti USA (geo-not-available.blenderbot.ai), del suo nuovo chatbot BlenderBot 3, con cui gli utenti possono intrattenere conversazioni naturali.

Il nuovo bot, addestrato inizialmente con 20mila conversazioni afferenti a un migliaio di argomenti, è risultato essere offensivo o inappropriato solo nello 0,16% dei casi ed è stato più preciso del 47% – rispetto al predecessore – in merito alle risposte fornite. Attualmente, la nuova creazione di Meta, tesa a un continuo miglioramento, oltre a permettere il click sulle risposte, onde consentire di vedere come mai siano state fornite, chiede ogni volta un feedback sulla risposta fornita, accettando like, dislike e anche una risposta libera, in forma di campo testuale da compilare, in merito a quel che non ci è piaciuto. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ho provato a testare il chatbot celandomi dietro una VPN impostata sugli USA ma, niente, non ha funzionato. Per ora bisognerà aspettare per provare BlenderBot 3 anche da noi: un domani sarà interessante vedere dove e come sarà applicato. Di sicuro, i progressi nel progetto ci sono e sono tangibili. In merito a Super, la nuova app per lo streaming si è evoluto molto negli scorsi due anni: avrà ora raggiunto la sua forma più matura?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!