Iscriviti

Google Maps: scoperto un easter egg in stile Star Wars

In perfetta coincidenza con la presenza, nelle sale, dell'ultimo film della saga di Guerre Stellari, Google ha aggiornato la versione web di Maps, includendovi un curioso modo per passare da un pianeta all'altro, ispirato al salto nell'iperspazio.

Internet e Social
Pubblicato il 31 dicembre 2019, alle ore 01:07

Mi piace
10
0
Google Maps: scoperto un easter egg in stile Star Wars

Molto spesso, i programmatori di Google (come, in verità, anche quelli di altre importanti software house) tendono a inserire degli easter eggs, ovvero dei contenuti nascosti, spesso interattivi e a volte giocabili, all’interno delle loro creazioni, magari per ringraziare qualcuno, o per omaggiare qualcosa che li abbia colpiti. Qualcosa del genere sembrerebbe essere stato appena fatto in Google Maps, uno dei software/servizi in apparenza più seriosi di Mountain View.

Ormai distribuita la modalità incognito anche su iOS, allestita una modalità moto, e messa a disposizione la ricerca delle stazioni di ricarica per specifica presa elettrica, i developer di Google Maps hanno attenzionato la versione web based della piattaforma, in un modo alquanto originale, almeno secondo quanto rendicontato da alcuni utenti sull’aggregatore Reddit.

Come noto, dal 2017, Google, in partnership con l’Agenzia Spaziale Europea e la NASA, permette – sulla versione internet di Maps – di esplorare, oltre il Pianeta Terra, i corpi celesti del sistema solare, compresi i pianeti e le rispettive Lune (di Giove, Saturno, Plutone): di alcuni di essi, ad esempio Marte, è possibile ammirare alcuni punti salienti, avvalendosi dei dati raccolti dal Mars Rover mentre, entrando nella Stazione Spaziale Internazionale, la si può visitare utilizzando la modalità Street View.

A tali peculiarità ne è stata appena aggiunta – come accennato poc’anzi – un’altra, forse per rendere omaggio all’ultimo capitolo di Guerre Stellari, “l’ascesa di Skywalker”, che permette di spostarsi da un pianeta all’altro con un effetto praticamente identico a quello che si avrebbe, pilotando il Millennium Falco, allorché si accelerasse sì da attraversare l’iperspazio.

Per fruire della simpatica novità, basta portarsi su google.com/maps, eseguire il massimo zoom out (il “meno” in basso a destra) e, poi, settare la “vista in modalità globo” (sempre in basso a destra, dall’icona del pianeta): in alto a sinistra, sarà necessario scegliere (dall’apposito menu a scomparsa) la voce “Satellite”.

A questo punto, dato un colpetto ulteriore allo zoom out, in alto a sinistra comparirà l’elenco (“Spazio”) dei corpi celesti tra cui scegliere. Un tocco all’uno, o all’altro, di essi e la magia “grafica” è bell’e pronta. Purtroppo, come sagacemente appurato da AndroidCentral, Tatooine non risulta listato tra le destinazioni possibili. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Secondo me, quello appena illustrato in sede di articolo è un vero e proprio easter egg fatto apposta per il capitolo conclusivo di Star Wars: arrivarci non è proprio intuitivo all'ennesima potenza, e sembra quasi di dover aprire una cassaforte, con qualche giro a destra o a sinistra della combinazione, per far scattare la serratura dell'effetto grafico in stile iperspazio. Però, devo ammetterlo, il risultato finale è molto piacevole, e forse anche più suggestivo di quanto messo in pratica da Facebook su Maps, sempre in onore di Guerre Stellari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!