Iscriviti

Falsa identità e profili fake: come non farsi fregare sui social

Alla luce dei recenti avvenimenti mediatici emerge la complessa realtà del Catfishing, con tanto di false identità e attività ingannevoli. I social network sono grande fonte di comunicazione, ma possono celare insidie e delusioni, a meno di non imparare a riconoscere un catfish.

Internet e Social
Pubblicato il 23 maggio 2019, alle ore 13:34

Mi piace
4
0
Falsa identità e profili fake: come non farsi fregare sui social

Il noto programma americano “Catfish“, trasmesso su Mtv, sembra essere sbarcato anche in Italia e la vicenda del matrimonio di Pamela Prati ha portato alla luce un fenomeno da sempre presente ma non così pubblicizzato. Parliamo di catfish, ovvero delle persone che si celano dietro una falsa identità, creando uno o più profili fake e fornendo una rete d’informazioni tanto effimera quanto, spesso, convincente.

Tali soggetti è come se avessero un radar che punta direttamente alla fragilità e all’emotività delle vittime. Il desiderio di riconoscimento e di amore di queste ultime le rende prede perfette che, sentendosi dire esattamente ciò di cui hanno bisogno, idealizzano quel soggetto a tal punto da ignorare anche i più palesi campanelli d’allarme. Una volta acquistata la fiducia della persona, i truffatori riescono, con grandi abilità manipolatorie, a insinuarsi non solo nel loro cervello ma, purtroppo, anche nel loro cuore.

Tanti si pongono la domanda: “Ma come hanno fatto a non accorgersene?“. Ciascuno ha un proprio vissuto fatto non solo di avvenimenti positivi, ma anche traumatici, e il catfish costruisce l’empatia e il plagio in nome di queste difficoltà, andando a colpire sogni e proiezioni delle persone coinvolte.

Ci sono delle piccole spie che si accendono e mettono in guardia da questa realtà che sta prendendo sempre più piede:

1. I profili generati dall’impostore non sono così vissuti, scarseggiano di elementi e, quando presenti, evidenziano diverse incongruenze. I follower non sono numerosi e spesso anche gli account della loro cerchia di amici risultano poveri. C’è poca interazione con altre persone e i commenti presenti alle varie pubblicazioni sono pressoché inesistenti.

2. Un profilo pubblico sarà attento oggetto di studio del catfish oppure è una persona che fa parte delle proprie conoscenze. In tal modo saprà proporre interessi e passioni simili, così da creare un feeling istantaneo.

3. Il catfish troverà sempre mille scuse per non incontrarsi via webcam, videochat o di persona e, al massimo, concederà una corrispondenza telefonica. Manderà, forse, qualche foto o non totalmente visibile o sottratta da altri profili.

4. Nel momento in cui si prova a distaccarsi, sarà molto abile nel fare leva sulle emozioni profonde, che ormai conosce bene, e sui sensi di colpa.

5. Dopo avere parlato di amicizia, di amore e di progetti, comincia ad avanzare richieste economiche, dichiarando di trovarsi in una situazione grave o d’importanza addirittura vitale.

Bisognerebbe stare attenti a questi segnali, seguendo il proprio istinto e, se qualcosa non convincesse, è molto importante indagare e andare a fondo, senza mai condividere informazioni troppo personali e materiale multimediale, perché la triste realtà è che non si sa in che mani finiscano ed è sacrosanto tutelare sé stessi e le persone che ci stanno intorno, qualora si sospettasse un catfishing.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federica Farina

Federica Farina - Ormai è chiaro che ci si debba adeguare al progresso e alla tecnologia, ma trovo davvero triste vivere la vita ed emozioni attraverso uno schermo. Portata a livelli avanzati, tale pratica potrebbe sfociare in vera e propria patologia. Entrambe le parti, infatti, necessitano di aiuto e sostegno perché si va a creare nella vittima una vera relazione simbiotica non sana e invalidante e nell'impostore un delirio di onnipotenza deleterio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!