Iscriviti

Facebook aiuterà a trovare lavoro, a fare impresa, a cercare una casa in affitto, ed a trovare eventi interessanti

Facebook, pur limitandone la portata al solo mercato di test americano, ha introdotto interessanti novità nel suo social che, ora, aiuterà le persone a programmare il tempo libero, a trovare un lavoro, a fare impresa, ed anche a cercare una casa in affitto.

Internet e Social
Pubblicato il 13 novembre 2017, alle ore 12:05

Mi piace
12
0
Facebook aiuterà a trovare lavoro, a fare impresa, a cercare una casa in affitto, ed a trovare eventi interessanti

Facebook, a piccoli passi, si avvia ad offrire, all’ampia platea dei suoi tantissimi utilizzatori (più di 2 miliardi), sempre più servizi, in modo che possano trovar soddisfazione alle rispettive esigenze all’interno del recinto protetto del social, senza doverne per forza uscire. In tale contesto, vanno ascritte le novità relative al varo di “Facebook Local”, una sorta di TripAdvisor interno, all’implementazione di una funzione per affittare case, interna al Marketplace, ed all’introduzione di vari sistemi per creare posti di lavoro. 

Events diventa Facebook Local, in salsa TripAdvisor

La prima novità facebookiana sa un po’ di déjà-vu. Un anno fa, Menlo Park aveva rilasciato lo spin-off “Events che permetteva di gestire i propri eventi, e di trovare quelli più interessanti nella propria città: il progetto non è mai decollato, tanto da esser rimasto appannaggio (senza troppi rimpianti) degli utenti americani, prima di iOS, e poi anche di Android. Prima di gettar la spugna, però, Zuckerberg vuol giocarsi un’ultima carta, e ha rinominato “Events” in “Facebook Local” (sempre per gli Android e iOS americani), estendendone il raggio d’azione (ora l’app segnala anche gli eventi in prossimità della propria posizione), ed includendo alcuni elementi à la TripAdvisor, dacché molte raccomandazioni o suggerimenti avvengono sulla base delle attività dei propri amici, passate o presenti, intese come like messi alle pagine, o semplicemente come quello che è più popolare per loro. Che sia d’introduzione a una funzionalità per la prenotazione degli eventi, con relativa vendita di biglietti?

Una sezione per affittare casa in Marketplace 

La seconda novità di Facebook afferisce il suo Marketplace che, secondo stime interne, dall’inizio del Gennaio di quest’anno, ha praticamente triplicato la sua utenza, andando sempre più a concorrere con la nota bacheca online di Craiglist. Dopo la novità dei giorni scorsi, relativa ad una sezione deputata all’acquisti di macchine usate, Facebook ha fatto lo stesso anche con gli annunci di chi cerca una casa in affitto: se già prima si potevano trovare annunci di tale fattispecie, ora il loro numero è destinato a crescere, grazie all’accesso ai database di siti partner (Apartment List e Zumper), ed alla riorganizzazione delle offerte in una sezione ad hoc che, come nei più importanti siti di settore, permetterà all’utente di cercar casa in base a vari filtri (prezzo, posizione, metri quadrati, numero stanze, tipo di affitto, arredata o meno, etc), potendo – in taluni casi – fare un giro virtuale dell’immobile in base a quegli annunci che, eventualmente, siano corredati di foto esplorabili a 360°.

Uffici di collocamento in blu

Infine un’altra novità vestita di blu, come le precedenti (purtroppo) limitata al territorio USA ma che, in futuro, si spera possa arrivare anche in Europa e (con un po’ di campanilismo) in Italia. Facebook già da tempo supporta le piccole imprese, visto che molte di queste hanno usato le sue pagine per acquisire una basilare presenza online, o si sono avvalse dell’hub gratuito “Blueprint” per formare al digitale i propri dipendenti.

Col varo del nuovo strumento “Facebook Community Boost”, tutto ciò sarà un po’ più accentrato e meno sporadico: in sostanza, si tratterà (entro il 2018) di supportare – in alcune città (tra cui Houston) e Stati americani (Carolina del Sud) – le persone nel migliorare le proprie conoscenze digitali, gli imprenditori a trasformare in business le loro idee o, se già presenti sul mercato, a trarre il meglio dal ricorso a internet. Per l’occasione, Facebook si avvarrà di corsi di formazione erogati in partnership con diverse organizzazioni o agenzie locali per il lavoro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Usualmente, sono molto critico con le novità introdotte dalle app sociali, in particolar modo con quelle di Facebook. Tuttavia, devo notare che le implementazioni annunciate ed esposte in sede di articolo sono decisamente utili: in particolar modo, mi riferisco a quelle per far crescere le comunità locali, per aiutare le persone a decidere come passare il loro tempo, e - magari - a trovar casa. Spero, dunque, che Facebook si decida a farle arrivare anche in Italia, posto che troverebbero grande consenso, e molti utilizzatori, anche dalle nostre parti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!