Iscriviti

"Permette? Alberto Sordi", la Rai festeggia i cento anni dalla nascita di Albertone nazionale

Martedì 24 marzo andrà in onda su Rai 1 il film "Permette? Alberto Sordi" per celebrare l'attore che ha segnato la storia del cinema italiano. Interpretato da Edoardo Pesce, la pellicola ripercorre gli anni più belli di Alberto Sordi tra successi e amori.

Televisione
Pubblicato il 23 marzo 2020, alle ore 17:40

Mi piace
7
0
"Permette? Alberto Sordi", la Rai festeggia i cento anni dalla nascita di Albertone nazionale

Per la storia del cinema e della televisione italiana, il 2020 è un anno importante in quanto ricorre il centenario della nascita del grande Alberto Sordi: nato il 15 giugno del 1920. Per onorare il prestigioso talento dell’attore, Rai 1 ha deciso di ripercorre gli anni più belli della vita di “Albertone nazionale” attraverso il film “Permette? Alberto Sordi”.

Diretto da Luca Manfredi e interpretato dall’attore romano Edoardo Pesce, il film ha lo scopo di conservare il ricordo di Alberto Sordi, proprio come dichiarato dal noto regista: “Quando ho scelto di realizzare questo film era questo l’obiettivo cioè non far dimenticare. Un recente sondaggio ha chiesto ai giovani chi era il “celebre Albertone” e molti di loro hanno risposto “uno sciatore”, probabilmente pensando a Tomba. Ecco, ritengo sia compito del servizio pubblico preservare la memoria di personaggi di questo calibro”.

Il film andrà in onda nella prima serata di martedì 24 marzo su Rai 1. Nel corso dell’appuntamento, i telespettatori potranno ripercorrere i vent’anni (dal 1937 al 1957) che hanno portato Sordi al grande successo nazionale, raggiunto da uno uomo dalla personalità genuina e solare ma soprattutto da un giovane che non ha mai smesso di credere nei propri sogni. 

La sua carriera, fiorita dopo l’espulsione dall’Accademia di Recitazione dei Filodrammatici a Milano, lo porta a diventare il doppiatore di Oliver Hardy (l’Ollio del famoso duo comico “Stanlio e Ollio”): ruolo che permette al giovane Sordi di far conoscere, in parte, le sue qualità ad alcuni registi. 

Passato per le radio e in alcuni programmi di varietà, Alberto ha la fortuna di conosce Fellini che lo porta all’ascesa grazie a “Lo sceicco bianco” e “I vitelloni”. Nel 1954 arriva per Alberto l’atteso trionfo conquistato con la celebre pellicola “Un americano a Roma” che conferma le sue infinite potenzialità e la sua grande capacità di entrare nel cuore del pubblico.

Il cast del film è ricco di attori, dal calibro di: Alberto Paradossi; Pia Linciotti; Martina Galletta; Lillo Petrolo; Sara Cardinaletti; Giorgio Colangeli; Luisa Ricci; Paola Tiziana Cruciani;Michela Giraud; Massimo Wertmüller; Paola Giangrasso e molti altri. Prima che in televisione, il film è stato proiettato in diverse sale cinematografiche italiane nei giorni 24, 25 e 26 febbraio 2020.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano La Rocca

Gaetano La Rocca - Onorare il ricordo di grandi uomini come Alberto Sordi è doveroso soprattutto per permettere alle nuove generazione di conoscere preziosi artisti che hanno segnato la storia del cinema e della televisione italiana. "Albertone nazionale" è rimasto nel cuore degli italiani che hanno, fin dal suo primo esordio, apprezzato il suo essere genuino, solare e spontaneo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!